Spesso mentre ci accendiamo una sigaretta ci domandiamo perché fumiamo, cioè abbiamo un attimo in cui questo gesto ci appare inspiegabile e un po’ assurdo. Nel processo che ci porta a smettere di...

Spesso mentre ci accendiamo una sigaretta ci domandiamo perché fumiamo, cioè abbiamo un attimo in cui questo gesto ci appare inspiegabile e un po’ assurdo. Nel processo che ci porta a smettere di fumare è molto importante partire dall’origine, cioè capire quali siano le ragioni profonde.

La domanda “perché fumiamo” può avere risposte diverse a seconda delle persone, ma più o meno tutte avranno qualche ragione in comune.
Nel cercare di capire il perché è utile fare una lista dei motivi che ci portano a fare questo gesto e ad avere questo comportamento:

Fumiamo perché:

·         è un’abitudine iniziata da giovani

·         dobbiamo darci un atteggiamento

·         siamo nervosi e dobbiamo tenere qualcosa in mano

·         nei momenti di relax non riusciamo a stare fermi

·         il gesto di portare qualcosa alla bocca ci rassicura

·         per evitare di mangiare troppo e essere sovrappeso

·         ci aiuta a superare la timidezza o la solitudine

·         è una scusa per alzarci da tavola e fare due passi

·         ci piace e basta


Davvero ci piace fumare?

Partiamo da questa ultima motivazione e poniamoci nuovamente la domanda. Perché fumiamo? Perché ci piace. Se ci poniamo ancora una volta questa domanda ci rendiamo conto che forse non è poi così vero. Sempre di più apparirà evidente che fumiamo perché ci sono una serie di motivazioni più psicologiche che reali che ci portano a ripetere questo gesto. Un gesto che sempre di più ci sembrerà privo di senso. Questa consapevolezza è un primo passo per riuscire a smettere.

Fonte: http://www.sigarettaelettronicaok.com/