I cambi di algoritmo di google, hanno cambiato molto la seo cosi come la conoscevamo fino a qualche anno fa.
postato da semseo il 14/06/2017
Categoria: Internet - tags: seo agency milano

1.  Mobile First

Oramai le ricerche da smartphone sono salite al 58%, ed il trend è in continua crescita. Anche nel 2018 si conferma questa tendenza, e Google basandosi sui dati ha deciso di introdurre il mobile first index. Un indice che da priorità alla ricerca da device mobili. 

Sarà con buona propabilità uno dei cambi di algoritmo più significativi che potrebbere modificare radicalmente le serp attuali.

Miglioramenti possibili nella SEO 2018

Google continua a puntare a restituire agli utenti siti con una buona esperienza utenti, per questo ha previsto un inasprimento delle penalizzazioni per quei siti che utilizzano in maniera massiva banner intrusivi. Questo perchè bloccano la navigazione dell'utente nella sua esplorazione e lettura della pagina o del sito, peggiorando la user experience.

Il tuo sito mobile può essere migliorato. come? cone una SEO adatta.

Prima di ogni altra cosa il sito deve avere un ottimo responsive, cioè ogni esperienza utente deve essere ottimizzata per il device di riferimento. Frequenza di rimbalzo e utenti da ritorno, possono essere una cartina a tornasole. Utilizzo delle tecnologie AMP, per velocizzare le pagine e migliorare le performance generali, in particolar modo su siti informativi.

 

2. User Experience

Un insieme di fattori per cui Google è sempre più impegnata a rendere algoritmici. Navigazione, velocità di carimento, dimensioni dei fonts appropriati per ogni device, 

semplificazione della lettua, coinvolgimento dei contenuti uniti ad una creatività e una architettura di pagina mobile first.

SEO e user experience

Google ha reso chiaro che intende portare a livello di ranking la user experience in modo da migliorare la soddisfazione degli utenti nei confronti del motore di ricerca.

3. Sicurezza per gli utenti prima di tutto, anche nella SEO

La sicurezza è importante, e il GDPR punta anche a questo. Google ha iniziato a battere su questa strada già introducendo l'https come elemento di ranking. Un buon modo per migliorare i siti a basso investimento è quello di adottare cdn che oltre a velocizzare il sito web, lo proteggono anche da attacchi. I provider, si stanno muovendo per garantire sistemi operativi più sicuri e creati appositamente per software opensource.

 

La SEO 2018 non è ancora ben definita, ma questi 3 punti saranno sicuramente all'ordine del giorno.

Fonte: https://moonmkt.it/seo-milano-link-building-e-seo/