Selfie da "brivido" con pistola: parte un colpo e gli esplode il telefono in faccia. Un 16enne si è reso protagonista di un pericoloso gesto che gli ha causato ferite alla faccia, all’occhio e...

Selfie da "brivido" con pistola: parte un colpo e gli esplode il telefono in faccia

giovanni d'agata

 

Selfie da "brivido" con pistola: parte un colpo e gli esplode il telefono in faccia. Un 16enne si è reso protagonista di un pericoloso gesto che gli ha causato ferite alla faccia, all’occhio e al cervello. Portato in ospedale, le sue condizioni sono stabili

 

 

 

Protagonista della vicenda un ragazzino di 16 anni, rimasto ferito lunedì scorso a San Antonio, in Texas. Si stava facendo alcuni selfie con lo smartphone impugnando una pistola calibro 9 mm, quando gli è partito un colpo e il telefono gli è esploso in faccia. Alcuni pezzi di vetro e metallo gli si sono conficcati in faccia, in un occhio e nel cervello. Lo riporta il New York Post. La polizia sta indagando sulla dinamica di quanto avvenuto. Il 16.enne è stato trasportato in ospedale e le sue condizioni sono stabili. L'obiettivo del gesto? Scattarsi un selfie da brivido, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti", forse poi da condividere su internet per pavoneggiarsi con gli amici.