Sculture di ghiaccio, gare con bici da neve, sci estremo, panorami mozzafiato su maestosi ghiacciai. E' quanto propone la stagione invernale di Grindelwald, il villaggio svizzero dell'Eiger...
postato da foresto il 04/01/2011
Categoria: Eventi - tags: festival + ghiaccio + sculture + svizzera
Sculture di ghiaccio Il Festival in Svizzera

Sculture di ghiaccio, gare con bici da neve, sci estremo, panorami mozzafiato su maestosi ghiacciai. E' quanto propone la stagione invernale di Grindelwald, il villaggio svizzero dell'Eiger nell'Oberland Bernese che si trova in una deliziosa e verdeggiante conca valliva, circondata da un imponente scenario montano con la parete nord dell'Eiger e il Wetterhorn. Grazie a questo paesaggio e agli innumerevoli punti panoramici, Grindelwald è diventato una delle mete di vacanze ed escursioni più apprezzate e più cosmopolite della Svizzera e la più grande stazione sciistica della regione della Jungfrau.

E' qui che dal 17 al 22 gennaio si terrà il World snow festival. Tutto iniziò con una Heidi gigante di ghiaccio realizzata per gioco da uno scultore giapponese. Adesso è uno degli eventi più attesi e più pittoreschi di Grindelwald. Per più di una settimana, artisti di provenienza internazionale scolpiranno e modelleranno blocchi di ghiaccio di oltre un metro adornando il centro del villaggio. A febbraio si terranno invece i Mondiali di bici da neve, mentre a marzo la località ospiterà lo Snow Openair per concludere la stagione invernale sul Piccolo Scheidegg. Grindelwald è un villaggio dalla forte vocazione turistica tanto che iniziò ad accogliere i primi ospiti a partire dalla fine del XVIII secolo, soprattutto Inglesi. Alla metà del XIX secolo ci fu un vero e proprio boom dell'alpinismo e le guide alpine locali scalavano le cime della regione con i turisti inglesi.

La prima scalata della difficilissima cima dell'Eiger avvenne nel 1858 (la conquista della parete nord è avvenuta solo nel 1938). La costruzione della strada e della linea ferroviaria ha facilitato l'arrivo a Grindelwald verso la fine del XIX secolo e in quell'epoca ha inizio anche il turismo invernale. Nel 1908 qui venne costruita la prima funivia delle Alpi sul Wetterhorn. E nel 1912 la ferrovia raggiunse lo Jungfraujoch passando per il Piccolo Scheidegg; ancora oggi la «Top of Europe» è la stazione ferroviaria più alta d'Europa ed una destinazione di escursioni sulle nevi e i ghiacci perenni famosa in tutto il mondo. I due comprensori sciistici First e Piccolo Scheidegg - Männlichen - Wengen offrono 160 chilometri di piste con circa 30 impianti fino a 2500 m di altitudine. Lo Schilthorn presso Mürren, che appartiene a sua volta all'arena sciistica della regione della Jungfrau, raggiunge addirittura i 2971 m di altitudine.

La pista più spettacolare della regione è senza dubbio la discesa del Lauberhorn presso Wengen, nota per essere una tappa del circo della Coppa del Mondo. Sono disponibili 80 chilometri di itinerari per escursioni invernali con veduta su sette quattromila e maestosi ghiacciai, a cui si aggiungono 60 km di piste per slittino, tra cui quella di 15 km (la più lunga delle Alpi) che parte da Faulhorn e scende fino a valle. Ovviamente, a Grindelwald è possibile praticare anche tante altre attività sportive invernali. Il clou degli eventi rimane senza dubbio il festival delle sculture di ghiaccio. Per raggiungere Grindelwald le possibilità sono diverse. E' l'unica località turistica dello Jungfrau ad essere raggiungibile in automobile. La maggior parte dei visitatori opta comunque per atterrare presso uno degli aeroporti internazionali di Zurigo-Kloten, Basilea-Mulhouse e Ginevra-Cointrin, che dispongono di collegamenti ferroviari diretti per Interlaken-Grindelwald.

Fonte: http://www.ecodibergamo.it