Euforia contenuta in XX Settembre, visto che le certificazioni che giungono al ministero vedrebbero un gettito Imu in linea con le attese. Secondo i dati forniti da alcuni istituti bancari nelle...

Scongiurato aumento imu di dicembre

postato da zerotasse il 01/07/2012
Categoria: Economia - tags: casa + fisco + imu + tasse

Euforia contenuta in XX Settembre, visto che le certificazioni che giungono al ministero vedrebbero un gettito Imu in linea con le attese. Secondo i dati forniti da alcuni istituti bancari nelle casse erariali sarebbero pervenuti circa 9 miliardi di euro ed all’appello mancherebbero ancora gli incassi di alcune banche. Pertanto dovrebbe essere raggiunta, e forse superata, la quota di 9,7 miliardi di euro che il Governo aveva posto come obiettivo, al fine di non rivedere le aliquote del saldo di Dicembre.

La notizia non è ancora ufficiale, ma gli esponenti del Mef si fregano già le mani anche perché per l’intero 2012 l’incasso globale preventivato era stato di circa 21 miliardi di euro.  Inoltre i dai sin qui comunicati vedrebbero un incasso calcolato per difetto: la prima rata per alcuni contribuenti proprietari della prima casa era pari al 33 %, e non al 50 %, del totale da versare, alcune certificazioni bancarie sono incomplete, e vi sono alcuni che ancora non hanno effettuato il versamento della prima tranche del’imposta.

Visti tali risultati si allontana l’ipotesi di intervenire sulle aliquote da applicare alla seconda tranche dell’Imu. Entro Settembre infatti i Comuni potrebbero aumentare le aliquote base dell’imposta, ed anche il Governo può variare le aliquote di cui tener conto all’atto del pagamento. Si aprono quindi nuovi scenari con la possibilità anche di diminuire le aliquote ( i Comuni possono ridurle sino a due punti percentuali) o di rafforzare le detrazioni sino ad oggi previste.

Definiti gli introiti dell’Imu, si passerà alla fase due con il confronto tra Comuni e Governo per rendere l’imposta totalmente municipale, intenzione comune di entrambe le parti.