Sanremo scalda i motori in vista dell’edizione 2018: l’attenzione è alta e le aspettative grandi dopo l’ottimo riscontro ottenuto lo scorso anno, come riporta Paolo Campiglio nel suo blog

Sanremo 2018: l’approfondimento di Paolo Campiglio sulle attese del debutto

postato da articolinews il 16/02/2018
Categoria: Servizi - tags: paolo campiglio

Sanremo 2018 si avvicina: le prime riflessioni di Paolo Campiglio, che in qualità di commentatore prenderà parte alla kermesse in programma dal 6 al 10 febbraio.

Paolo Campiglio

Paolo Campiglio: impressioni alla viglia di Sanremo 2018

Meno di un mese a Sanremo 2018. Il 6 febbraio all'Ariston il sipario si alzerà sulla sessantottesima edizione del Festival della Canzone Italiana. In attesa di recarsi nella cittadina ligure per la settimana festivaliera, il commentatore televisivo e musicale Paolo Campiglio ne segue pedissequamente i preparativi sul suo blog. La conferenza stampa organizzata lo scorso 9 gennaio non ha riservato molte sorprese, se non la conferma dei nomi circolati nelle settimane scorse per la conduzione: a coadiuvare il direttore artistico Claudio Baglioni saranno Michelle Hunziker (un ritorno il suo dopo l'esperienza nel 2007) e l'attore Pierfrancesco Favino. Secondo qualche fonte, riportata anche da Paolo Campiglio nel suo ultimo articolo sul tema, si pensa a una seconda figura femminile per la conduzione. Poco entusiasmanti anche le voci circa le canzoni in gara, ascoltate in anteprima dai giornalisti. Infine desta qualche perplessità la formula: il cantautore romano, forse anche nell'ottica di distaccarsi dal triennio di gestione Conti, ha scelto di rinunciare alle eliminazioni che, nelle precedenti edizioni, avevano galvanizzato la competizione destando anche qualche polemica che al Festival fa sempre bene. Sotto osservazione anche la scelta di sostituire la serata cover tornando ai duetti: gli scorsi anni, proprio grazie all'effetto sanremese, successi come "Se telefonando" rivisitata da Nek o "Un'emozione da poco" riproposta da Paola Turci avevano ottenuto grande riscontro anche in radio. Come sottolinea anche Paolo Campiglio, bisogna comunque attendere il 6 febbraio per avere un'idea ben precisa dell'efficacia delle scelte effettuate dall'autore di "Questo piccolo grande amore". Certo, il suo compito non è dei più semplici: ripetere i fasti dello scorso anno (in termini di share l'edizione 2017 è stata la più vista dal 2005 con una media superiore al 50%). Ma chissà che Sanremo 2018 non ci possa stupire anche in questo senso.

Paolo Campiglio: la Presidenza di Daclé e le competenze nello spettacolo

Fin da giovane Paolo Campiglio si interessa a musica e televisione. Passioni che coltiva nel tempo in parallelo alla sua crescita professionale facendo diverse esperienze in radio come speaker e curando un blog tematico. Oggi Presidente del gruppo Daclé, si è specializzato in internazionalizzazione di impresa nello studio associato che ha fondato poco più che ventenne. Successivamente è entrato in Carmax-Pro Srl nel ruolo di Chief Financial Officer. Nel 2003 arriva in Daclé SA: inizialmente Direttore Commerciale, ha il compito di coordinare il team esteri consolidando il brand sui mercati già esistenti e guidandone l'espansione in Europa orientale. Grazie alle sue capacità, viene anche nominato Vicepresidente esecutivo della Camera di Commercio Italo-Polacca. Nel gruppo arriva negli anni a ricoprire le posizioni di Responsabile del patrimonio immobiliare e di Direttore Esecutivo della società capogruppo. Nel 2015 Paolo Campiglio diventa Presidente di Gruppo Daclé: mantiene inoltre la carica di Executive Director della capofila.