Risonanza magnetica aperta sottocarico in piedi G-SCAN. L’apparecchiatura ad elevatissime performance permette lo...

Risonanza magnetica aperta sottocarico in piedi G-SCAN | Poliambulatorio Sanem Somalia

Risonanza magnetica a Roma

 

Risonanza magnetica aperta sottocarico in piedi G-SCAN |

Presso il Poliambulatorio Sanem Somalia è installata la Risonanza magnetica aperta sottocarico in piedi G-SCAN.

L’apparecchiatura ad elevatissime performance permette lo studio delle articolazioni e della colonna vertebrale IN PIEDI e quindi sotto carico. G-SCAN è un valido aiuto diagnostico in quanto può fornire ulteriori informazioni rispetto al sistema tradizionale che prevede l'esecuzione della RISONANZA MAGNETICA solo a paziente disteso sul lettino. Infatti eseguire un esame di risonanza in piedi consente di studiare il corpo umano nella condizione che abitualmente assumiamo nel corso delle nostre attività. L'indagine sarà più idonea di quella tradizionale, eseguita in posizione distesa, a rilevare la patologia vertebrale e articolare; è un nuovo punto di vista nello studio delle compressioni vertebrali e delle patologie delle articolazioni; in particolare il soggetto da esaminare si trova in una posizione del tutto naturale che evidenzia i rapporti tra le varie strutture muscolari, cartilaginee, ossee e legamentose e soprattutto chiarisce come tali strutture interagiscano quando sottoposte al peso corporeo.

 

Quindi il punto di forza della Risonanza magnetica aperta sottocarico in piedi G-SCAN installata presso il Poliambulatorio Sanem Somalia non è la potenza, ma la possibilità di ruotare il magnete da zero a 90 gradi, con il paziente sul lettino.

 

Risonanza magnetica aperta sottocarico in piedi G-SCAN è in grado di risolvere il problema dei cosiddetti esami "falsi negativi". Molte delle risonanze eseguite in posizione orizzontale - confermano gli specialisti - possono non rilevare nulla, mentre il dolore persiste. L'esame in piedi cambia la prospettiva. Non solo: talvolta l'osservazione degli esami eseguiti in posizione VERTICALE ha portato a cambiare terapia.

 

APPLICAZIONI DIAGNOSTICHE

 

Risonanza magnetica aperta sottocarico in piedi G-SCAN è particolarmente indicato per lo studio delle articolazioni e della colonna vertebrale in tutte le patologie in cui il concetto di biomeccanica delle articolazioni e di instabilità è fonte di problematiche. Valutazione neurologica ed ortopedica delle patologie degenerative della colonna pre-trattamento chirurgico o farmacologico.

 

Patologia discale

 

in cui il trauma rappresenta il principale fattore patogenetico, includendo il soprappeso cronico, il multitraumatismo cronico e le conseguenze di un trauma acuto.

 

LA POTENZIALITA' DIAGNOSTICA DELLA NUOVA STRUMENTAZIONE

 

La nuova Risonanza magnetica aperta sottocarico in piedi G-SCAN installata presso il Poliambulatorio Sanem Somalia è tecnologicamente avanzata e per questo offre diverse potenzialità diagnostiche:

 

In tutte le patologie in cui il concetto di biomeccanica delle articolazioni e di instabilità è fonte di problema

Valutazione neurologica ed ortopedica delle patologie degenerative della colonna pre-trattamento chirurgico o farmacologico

Valutazione posturale ed ortopedica delle patologie derivanti da cause di disallineamento osteo-articolare

Valutazione ortopedica delle patologie osteo-articolari da stress (Medicina Sportiva)

Valutazione neurologica ed ortopedica dell'efficacia del trattamento chirurgico effettuato

 

RISONANZA MAGNETICA (RM)

La risonanza magnetica (RM) utilizza un potente magnete e onde radio per produrre immagini di organi e strutture all'interno del corpo. L’apparecchiatura di Risonanza magnetica ad alto campo ha la forma di un cilindro con un foro molto ampio nel mezzo del quale il paziente viene posizionato supino su un lettino. La qualità dell'immagine è migliore al centro del magnete. Questo è il motivo per cui la parte del corpo che ha bisogno di essere esaminata è sempre posta al centro. Le informazioni raccolte dalla Risonanza vengono poi inviate a un computer e tradotte in immagini.

Presso i nostri centri è possibile effettuare anche l’esame di Risonanza Magnetica in piedi (sotto-carico).

Nel caso della RM sotto carico la conformazione del magnete aperto offre la possibilità di effettuare l'esame a pazienti claustrofobici e di poter riprodurre una condizione quanto più simile alla stazione eretta con la possibilità di ruotare il magnete da zero a 90 gradi, con il paziente sul lettino.

 

ESAME RM: PERCHÉ SCEGLIERE LE RISONANZE DEI NOSTRI POLIAMBULATORI?

La professionalità dei nostri radiologi e del personale tecnico ed infermieristico.

Vi assicuriamo qualità delle immagini in linea con gli standard qualitativi europei.

La vostra sicurezza è la nostra priorità; adottiamo misure di sicurezza complete per ridurre al minimo qualsiasi rischio possibile. Misure Covid-19

 

COME PREPARARSI AD UN ESAME RM

Cibo/bevande: ad eccezione degli esami per cui è prevista la somministrazione di mezzo di contrasto, si può mangiare, bere o assumere farmaci prima di eseguire l’esame di risonanza.

 

Abbigliamento: potrebbe essere necessario spogliarsi per eseguire l’esame di risonanza, si consiglia di non indossare abiti con fibbie, cerniere o qualsiasi materiale metallico. Verrà comunque fornito un camice monouso da indossare per entrare nella stanza magnete qualora fosse necessario. Si prega di rimuovere tutti i piercing e lasciare gioielli e gli oggetti di valore a casa.

 

Mezzo di contrasto: in alcuni casi l’esame prevede la somministrazione endovenosa di mezzo di contrasto. Il mezzo di contrasto è un liquido che viene iniettato attraverso un ago-cannula.

 

Allergie: In caso di somministrazione di mezzo di contrasto, comunicare all’atto della prenotazione eventuali allergie. Verrete contattati dal personale medico che valuterà la correttezza dell’indicazione alla somministrazione e vi indicherà una eventuale preparazione desensibilizzante.

 

Farmaci ansiolitici: se soffrite di claustrofobia e avete necessità di prendere farmaci ansiolitici prima di eseguire l’esame di risonanza, vi preghiamo di contattare il vostro medico curante. Dovrete portare il farmaco con voi il giorno dell’esame e vi verranno date indicazioni dal personale presente su quando prenderlo. Vi ricordiamo di venire accompagnati non potendovi poi mettervi alla guida.

 

Campo magnetico: A causa del forte campo magnetico in cui sarete introdotti all’interno della macchina di risonanza dovete verificare prima di essere sottoposti all’esame se siete portatori di dispositivi metallici con il vostro medico curante. Sarà comunque premura del personale sanitario verificare nuovamente prima dell’ingresso nella RM se siate portatori di dispositivi metallici.

 

Al momento della prenotazione dell’esame di Risonanza magnetica si prega di fornire le seguenti informazioni:

 

Se siete portatori di pacemaker cardiaci e protesi valvolare

Se avete pompe ad infusione per farmaci

Se avete impianti metallici, punti o grappette, clip vascolari.

Se siete in stato di gravidanza

Se avete pregresse ferite di arma da fuoco.

Se avete lavorato come saldatori

Se avete schegge metalliche sottocutanee

Se avete difficoltà a mantenere la posizione supina

 

COSA SUCCEDE DURANTE UNA RISONANZA MAGNETICA?

Una volta all’interno della stanza di risonanza magnetica vi verrà chiesto di rimuovere indumenti, gioielli, occhiali, apparecchi acustici, forcine per capelli, apparecchi dentali rimovibili o altri oggetti che potrebbero interferire con la procedura.

 

Potrebbe essere richiesto di spogliarsi. In tal caso, verrà fornito un camice monouso. Si prega di rimuovere i piercing, e di lasciare gioielli e oggetti di valore a casa. Sarà comunque possibile lasciare gli tutti gli effetti personali in un camerino.

 

Se si deve eseguire una procedura con contrasto, verrà inserita un’ago-cannula nella mano o nel braccio per l'iniezione del mezzo di contrasto.

L’esame di risonanza magnetica si svolge all'interno di una grande struttura cilindrica, aperta su entrambe le estremità.

 

Nel caso della RM sotto carico il magnete ruoterà in verticale fino a 90 gradi, con il paziente fissato sul lettino.

 

Potrebbero essere utilizzati cuscini e cinturini per evitare i movimenti durante la procedura.

 

Il tecnico si troverà in un'altra stanza in cui si trovano i monitor di controllo della RM. Verrete guidati e sorvegliati dal personale per tutta la durata dell’esame attraverso una finestra in modo da rendere l’esame il più confortevole possibile.

 

Gli altoparlanti all'interno della macchina consentiranno al tecnico di comunicare e ascoltare. Avrete un pulsante di chiamata in modo da far sapere al tecnico se si avvertono problemi durante la procedura.

 

Verranno forniti tappi per le orecchie o cuffie da indossare per aiutare ad attutire il rumore della macchina.

Durante la scansione, verrà emesso un rumore dallo scanner.Sarà importante rimanere fermi durante l'esame, poiché qualsiasi movimento potrebbe causare distorsioni e influire sulla qualità della immagine Ad intervalli, potrebbe essere chiesto di trattenere il respiro o di non respirare, per alcuni secondi, a seconda del tipo di esame richiesto.

Se è necessaria la somministrazione di contrasto, è possibile che si verifichino alcuni effetti quando il contrasto viene iniettato che includono; sensazione di rossore o sensazione di freddo, sapore salato o metallico in bocca, un breve mal di testa, prurito o nausea. Questi effetti di solito durano per alcuni minuti.

 

Si prega di informare il personale in caso di difficoltà respiratorie, sudorazione, intorpidimento o palpitazioni.

 

Una volta completata la scansione, il lettino su cui siete adagiati uscirà fuori dallo scanner.Se è stata inserita un’ago-cannula per la somministrazione del mezzo di contrasto verrà rimossa.La procedura di risonanza magnetica non provoca alcun dolore ma il fatto di essere stati fermi per tutta la durata della procedura potrebbe causare disagio o dolore. Il personale attuerà tutte le misure di comfort possibili e completerà la procedura il più rapidamente possibile per ridurre al minimo qualsiasi disagio o dolore.

 

COSA SUCCEDE DOPO UNA RISONANZA MAGNETICA?

Se sono stati presi farmaci sedativi per effettuare l’esame, potrebbe essere necessario trattenersi per essere monitorati riguardo le proprie condizioni cliniche. Si dovrà comunque essere accompagnati per evitare di guidare.

Se durante la procedura viene utilizzato il contrasto, è possibile che vengano monitorati per un periodo di tempo eventuali effetti collaterali o reazioni al contrasto, come prurito, gonfiore, eruzione cutanea o difficoltà respiratorie.

Se notate dolore, arrossamento e/o gonfiore nel punto dell’iniezione dopo il ritorno a casa dopo la procedura, si prega di avvisare il proprio medico curante.

Non è necessario alcun tipo di accortezza dopo l’esecuzione di una risonanza magnetica. È possibile riprendere le attività abituali, a meno che il medico non consigli diversamente.

Per maggiori informazioni www.poliambulatorilazio.it/