Per effettuare il rivestimento vasca da bagno con Rifat non c’è più bisogno di muratori e piastrellisti. Con oltre 30 anni di esperienza ed una conoscenza solida alla base della notorietà...
postato da Raffaella S il 20/11/2012
Categoria: Economia - tags: rivestimento vasca da bagno

Per effettuare il rivestimento vasca da bagno con Rifat non c’è più bisogno di muratori e piastrellisti. Con oltre 30 anni di esperienza ed una conoscenza solida alla base della notorietà diquesta azienda di Torino, ormai tutti questi lavori ed interventi non rappresentano più una preoccupazione: con solo mezza giornata una squadra di tecnici e operatori preparati ed esperti cambieranno attraverso la sovrapposizione e soprattutto effettueranno il rivestimento vasca da bagno senza la collaborazione di nessun altro. Si tratta letteralmente di una vasca nella vasca, fenomeno che sta prendendo sempre più piede. Il procedimento è delicato ma non così complicato: vengono inizialmente prese le misure in maniera assolutamente precisa, vengono ritagliati i pezzi e poi avviene il rivestimento. A prescindere dal rivestimento vasca da bagno, Rifat grazie ai suoi uomini e alla loro professionalità, elementi che meglio rappresentano e contraddistinguono questa realtà torinese da tutte le altre rendendola competitiva su tutti i fronti, si occupano di trasformazione di vasche in box doccia in un solo giorno ed anche qui senza l’ausilio di muratori od altri, sovrappongono una nuova vasca su quella vecchia e rovinata, facendola come per magia scomparire, e il risultato che si vede si associa ad una sostituzione e infine installano anche vasche con lo sportello per quelle persone che hanno difficoltà motorie, sulle tradizionali vasche. Rifat è proprio un grande guadagno di tempo e un enorme risparmio economico. Ovviamente tutti i prodotti installati, sovrapposti, sostituiti sono garantiti dall’azienda piemontese che garantisce l’assoluta sicurezza nel pulire le suddette vasche o box doccia con qualsiasi tipologia di prodotto o detersivo senza nessun problema.

 

Fonte: http://www.vascherifat.it/?view=featured