Coazze, nel cuore della Val Sangone all’interno del Parco Regionale Alpi Cozie, inaugura la bella stagione con un calendario ricco di appuntamenti per far conoscere le sue innumerevoli attrattive....
postato da viaggiemiraggi il 02/05/2019
Categoria: Turismo - tags: coazze + estate

Coazze, nel cuore della Val Sangone all’interno del Parco Regionale Alpi Cozie, inaugura la bella stagione con un calendario ricco di appuntamenti per far conoscere le sue innumerevoli attrattive. Paesaggi incontaminati, antiche borgate in pietra, prodotti enogastronomici di tradizione di qualità, percorsi per gli escursionisti e per gli amanti delle due ruote, lo rendono un territorio tutto da scoprire a pochi chilometri da Torino.

Sabato 4 maggio il comune aspetta i visitatori per una passeggiata tra boschi e campi alla scoperta delle erbe spontanee accompagnata da guide botaniche. L’iniziativa “La primavera nel piatto” si conclude con una degustazione di mieli di montagna e una merenda sinoira. A seguire “Diamo voce a suolo”, una serata dedicata alla difesa del suolo, tra interventi di esperti e performance di artisti.

Domenica 5 maggio al via la quinta edizione della fiera agricolo-forestale “Lu Bo e la Fejri” la cui tematica principale è il bosco e il legno. Sono esposti attrezzature per l’agricoltura, macchinari per le attività forestali, materiali ecosostenibili, architettura ecologica, piante, fiori e animali, prodotti artigianali ed enogastronomici locali. E’ prevista un’area di street food, giochi per bambini, e attività come passeggiate a cavallo, balli occitani e musica, dimostrazioni di filatura e tessitura tradizionale e di intaglio del legno. Durante tutta la fiera abilissimi scultori realizzano sculture in legno con la motosega.

Sabato 11 maggio i libri per ragazzi saranno i protagonisti a Coazze con “Librinquota”. Argomento di questa edizione è “Segni. L’alfabeto del mondo”. L’evento, che comprende laboratori, performance teatrali, interventi di autori, intermezzi musicali, mostre, installazioni, ha come scopo principale il divulgare tra le giovani generazioni il piacere della lettura, facendo sviluppare una riflessione personale e giocosa sui contenuti.

Anche quest’anno luglio sarà il mese tradizionalmente dedicato a Pirandello. Il drammaturgo siciliano si trasferì con la famiglia per una lunga vacanza nel 1901 proprio a Coazze. Il borgo storico conserva ancora il campanile – il cui motto riportato sopra “Ognuno a suo modo”, ispirò Pirandello per una delle sue opere più famose, “Ciascuno a suo modo”. Tre sono gli eventi previsti quest’anno.

Sabato 6 luglio, nella tipica atmosfera della villeggiatura dell’inizio del ‘900, il sindaco Prever, accoglierà per un déjeuner sur l’herbe eleganti signore e distinti Monsù, i notabili di Coazze e i villeggianti arrivati dalla città in attesa dell’amico poeta appena giunto da Agrigento ospite della sorella. Un vero viaggio nel tempo per ricostruire con tableux vivants lo stile di vita dell’epoca, la moda, la cucina, le gite in montagna e le nuove invenzioni portate da Torino.

Nella splendida cornice di Villa Tosco giovedì 18 luglio ha luogo “Ciaula e la Luna” l’ultimo appuntamento della stagione del Festival di Pirandello e in onore del cinquantenario della discesa sulla Luna.

Infine domenica 28 luglio passeggiata letteraria lungo il sentiero Pirandello.

Fonte: https://viaggiemiraggi.altervista.org/2019/coazze-to-ricca-la-stagione-estiva-del-comune-in-val-sangone/