Sicuramente in ambito domestico per praticità e comodità non c’è niente di meglio che una rete Wi-Fi, perché ormai con lo standard IEEE 802.11n le prestazioni riescono a essere discrete per le...
postato da kev298 il 04/10/2010
Categoria: Informatica - tags: copertura + domestica + rete + wi fi + wireless
wireless-in-casa

Sicuramente in ambito domestico per praticità e comodità non c’è niente di meglio che una rete Wi-Fi, perché ormai con lo standard IEEE 802.11n le prestazioni riescono a essere discrete per le applicazioni più comuni. In questo modo è possibile evitare lavori di cablaggio o addirittura di muratura  che oltre che costosi sono anche molto fastidiosi e lunghi. Purtroppo anche questa tecnologia non è però totalmente priva di difetti, infatti  anche lasciando da parte i problemi di privacy e di salute, rimane il problema della copertura della rete.

Andiamo ad elencare quali sono i fattori che ne limitano la copertura:

Le pareti portanti: qualsiasi muro attenua il segnale wireless, soprattutto il cemento armato delle pareti portanti e il loro spessore sono la barriera più difficile da oltrepassare.

Le strutture di metallo: una lamiera o maglia metallica, a differenza delle pareti che possono attenuare il segnale, lo può bloccare totalmente, alcuni mobili posso avere al loro interno questo tipo di intelaiatura e sono dannosi alla rete wireless.

Forni a microonde: questi sono un classico esempio di interferenza radio, cioè emanano onde radio alla frequenza di circa 2,4 GHz e disturbano il segnale che ci interessa.

Telefoni cordless: i telefoni senza fili domestici possono operare a 2,4 o 5 GHz, si possono disturbare a vicende con gli apparati wireless di casa.

Impianti antifurto: i sistemi di allarme spesso utilizzano sensori wireless che comunicano con la centralina utilizzando onde radio come per gli casi anche qui se le frequenza utilizzate sono vicine si possono verificare disturbi.

Ripetitori video: anche i dispositivi a distanza per la trasmissione di segnali video sono un ulteriore esempio di come la banda a 2,4 GHZ sia piena di interferenze, la sovrapposizione con i segnali del Wi-Fi è molto probabile.

Home theater: anche l’impianto di surround casalingo se sfrutta il wireless per i ripetitori potrebbe subire  e creare interferenze con la rete wireless.

Bluetooth: anche se il Bluetooth sfrutta una tecnologia differente rispetto al Wi-Fi operare anch’esso a 2,4 GHz e potrebbe costituire un disturbo per la rete domestica.

Mouse e tastiere: anche se il segnale di queste periferiche è generalmente debole la loro vicinanza al pc le rendono una potenziale fonte interferenza con la rete Wi-Fi.

Controller di gioco: infine un altro tipo di periferica spesso sottovalutata è il joypad per console che anche se sfrutta solitamente protocolli standard come il Bluetooth possono recare interferenze.

Fonte: http://www.computercompleto.com/news/rete-domestica-wireless-10-fattori-che-ne-limitano-la-copertura/