Rimarrà ancora a lungo ferma la politica monetaria australiana. Nel corso della notte la Reserve Bank of Australia (RBA) ha pubblicato i verbali relativi all'ultimo meeting, nel quale decise di...

Reserve Bank Australia, le minute non cambiano la sostanza

postato da serpentediterra il 21/11/2017
Categoria: Finanza - tags: australia + piattaforma di trading + plus500 webtrader + rba
reserve bank australia

Rimarrà ancora a lungo ferma la politica monetaria australiana. Nel corso della notte la Reserve Bank of Australia (RBA) ha pubblicato i verbali relativi all'ultimo meeting, nel quale decise di confermare i tassi al minimo storico di 1,5%. A quel livello sono ormai ancorati da oltre un anno, da quando cioè la RBA fece nel giro di poco tempo due tagli di 25 punti basi

I due problemi della Reserve Bank

Secondo il board della banca centrale, al momento bisogna fronteggiare due problemi di segno opposto. Da una parta infatti c'è la necessità di contenere l’indebitamento delle famiglie, causato proprio dai tassi bassi. Questi infatti hanno consentito un più agevole accesso al credito. Dall'altra parte però c'è il problema di tenere su il livello dell'inflazione. Le due cose sono connesse, perché un più alto livello di indebitamento delle famiglie significa che in futuro una maggior quita del reddito sarà destinata al pagamento degli interessi anziché ai consumi. Per questo motivo sarebbe opportuno alzare i tassi di interesse il prima possibile. Ma al momento l'inflazione non lo consente. La dinamica dei prezzi al consumo australiana li vede crescere all’1,8%, sotto al target del 2% fissato dalla RBA. Ecco perché non si può ancora intervenire sui tassi con una stretta monetaria.

Quindi cosa succederà? Ad oggi i futures australiani prezzano l'aumento dei tassi per il primo trimestre del 2019, come visto su Plus500. A proposito, qui c'è la guida su come funziona plus500 webtrader. Il che vuol dire che prima di un anno la RBA non farà alcunché. L'istituto centrale australiano si appresta così a diventare quella che tra le principali banche centrali si avvia più tardi alla normalizzazione. Tornando ai verbali della RBA, è emerso che la banca centrale si aspetta la crescita dell’economia australiana a un ritmo del 3% nei prossimi anni.

Come hanno reagito i mercati alla pubblicazione dei verbali? In modo contenuto, come abbiamo visto su una delle miglior piattaforma di trading online. Sia in Borsa che sul Forex infatti nessuno è rimasto sorpreso da queste dichiarazioni. La coppia AudUsd nel corso della notte si è mossa lungo un sentiero sostanzialmente laterale.

 
G
M
T
           
 
 
 
La funzione vocale è limitata a 200 caratteri
 
  Opzioni : Cronologia : Opinioni : Donate Chiudere