Un modo alternativo per adempiere a tutti i doveri-piaceri del periodo prenatalizio è partecipare ad un mercatino, esposizioni di cibo e artigianato locale.

Regali e addobbi artigianali al mercatino di Natale

Si avvicina il Natale un’altra volta. Tempo di shopping per comprare i regali per i parenti e per gli amici, di sistemare il presepe, comprare gli eventuali pezzi mancanti, gli addobbi per l’albero e per le stanze che ospiteranno il cenone, fare la spesa e comprare tanti dolci per i bambini. Il problemi sono sempre gli stessi, ogni anno, il tempo di fare tutti i giri necessari e la voglia di infilarsi nella ressa dei grandi centri commerciali o per le strade principali delle città dove ci aspettano i negozi più famosi e forniti.

 

Un modo alternativo per adempiere a tutti questi doveri-piaceri è partecipare ad un mercatino di Natale. La tradizione di esposizioni temporanee organizzate a pochi giorni dalla natività in Italia è relativamente giovane, anche se è un’usanza che nell’Europa del nord, è nata in Germania, è in voga da centinaia di anni.

 

Nel nostro paese si stanno diffondendo specialmente a cavallo delle Alpi. Tra gli eventi più famosi, i mercatini di Natale del Trentino ormai sono quasi tradizionali, in particolare sono da segnalare i mercatini di Natale di Rovereto, Arco o Trento. Potrete assaggiare i sapori della cucina locale, dai dolci ai vini tipici, scegliere per i vostri acquisti il meglio dell’artigianato locale, portare i bambini ad eventi dedicati ai più piccoli ed assistere a mostre ed eventi che mettono in mostra la cultura dei luoghi. Già centinaia di migliaia di persone hanno partecipato negli scorsi anni e altre se ne attendono quest’anno. I mercatini cominciano con gli ultimi giorni di novembre e arrivano fino a pochi giorni prima dell’evento tanto attesto, la nascita di Gesù Bambino.