“Berlusconi va a giorni alterni, ora dice che vuole il tavolo con me il giorno dopo la vittoria del No. Ma al tavolo ci trova Grillo e D’Alema, non me”. Così Matteo Renzi, al forum della Stampa,...

Referendum, Renzi: “Al prossimo tavolo Berlusconi ci trova Grillo, non me”

postato da thebirdnews il 25/11/2016
Categoria: Italia - tags: politica

Berlusconi va a giorni alterni, ora dice che vuole il tavolo con me il giorno dopo la vittoria del No. Ma al tavolo ci trova Grillo e D’Alema, non me”. Così Matteo Renzi, al forum della Stampa, ricordando che nel fronte del No ci sono “5 ex premier che per anni ci hanno detto riforme e non le hanno fatto, poi se gli italiani vogliono affidarsi a loro, prego si accomodino”. Il presidente del Consiglio è intervistato dal vicedirettore del giornale Massimo Gramellini dopo aver visitato la sala operativa della Protezione Civile per fare un punto della situazione sull’emergenza maltempo in Piemonte. Ancora sul referendum Renzi risponde da una parte al M5s: “Nella mia veste di scrofa ferita – ironizza il capo del governo – posso assicurare che da parte nostra negli ultimi 7 giorni di campagna elettorale è interesse abbassare totalmente i toni dello scontro. E’ giusto ma abbiamo anche tutto da guardagnarci”. Dall’altra replica all’editoriale dell’Economist che ieri ha titolato che gli italiani farebbero bene a votare No e che la riforma costituzionale non risolve nessuno dei problemi che ha l’Italia. “Leggo che l’Economist parla di un governo tecnico, tecnocratico – sostiene Renzi -Magari per l’Italia è meglio, io l’ultimo governo tecnico che ricordo ha alzato le tasse”. “Il 2017 – dice in un altro passaggio – sarà cruciale per l’Europa e l’Italia deve avere una forte strategia europea e, secondo me, lo può fare solo un governo con solidità e stabilità, un governo tecnico che dice ‘ce lo chiede l’Ue’ non fa l’interesse dell’Italia ma di altri