Il prestito per casalinghe viene considerato una forma di finanziamento atipica e proprio per questo motivo viene offerto soltanto da poche banche. Si tratta di prestiti pensati per far fronte a...
postato da fabylibero il 16/07/2016
Categoria: Finanziamenti e Prestiti - tags: finanziamenti + prestiti

Il prestito per casalinghe viene considerato una forma di finanziamento atipica e proprio per questo motivo viene offerto soltanto da poche banche.

Si tratta di prestiti pensati per far fronte a spese riguardanti la gestione della casa o della famiglia, come per esempio l’acquisto di elettrodomestici o spese impreviste legate alla cura dei figli. Nel caso in cui la casalinga disponga di un reddito lavorativo part-time le banche concederanno dei veri e propri prestiti personali. Nel caso in cui, invece, la casalinga non disponga di un proprio reddito dovrà necessariamente ricorrere alla figura di un garante.

L’importo che viene concesso è solitamente molto esiguo e si aggira intorno ai 2000/3000 euro. La restituzione delle rate avviene secondo un programma di ammortamento molto più flessibile rispetto a quello degli altri tipi di prestiti e finanziamenti, proprio perché si tratta di un prestito atipico. In alcuni casi alla casalinga viene consegnata una specie di carta di credito, la cosiddetta carta revolving con la quale essa potrà effettuare gli acquisti di cui ha bisogno. Gli importi spesi vengono dilazionati e restituiti con piccole rate mensili. Lo svantaggio delle carte revolving è il fatto che esse sono spesso molto onerose.

Esiste, inoltre, un particolare prestito per casalinghe che viene concesso nel caso in cui la donna desideri disporre di una somma di denaro per avviare una propria attività imprenditoriale. Questi finanziamenti, previsti dalla legge 215 del 1992, vengono sempre concessi a fondo perduto e per riceverli le casalinghe interessate devono iscriversi a dei bandi di partecipazione che vengono di solito indetti annualmente presentando dei progetti imprenditoriale da avviare costituendo al contempo una società. Ricordiamo, infine, che in nessun caso le casalinghe che risultano iscritte nei registri dei cattivi pagatori o dei protestati potranno accedere a questa particolare forma di prestito.

Fonte: http://ymlp.com/ze8Dwv