Presenza di allergeni, il Ministero della Salute segnala richiamo di mix per dolci "CUORE DI". Il Ministero della Salute ha annunciato il richiamo della confezione da 400 grammi della miscela...

Presenza di allergeni, il Ministero della Salute segnala richiamo di mix per dolci "CUORE DI".

giovanni d'agata

 

Presenza di allergeni, il Ministero della Salute segnala richiamo di mix per dolci "CUORE DI". Il Ministero della Salute ha annunciato il richiamo della confezione da 400 grammi della miscela per dolci a marchio "Cuori Di" con scadenza il 18 aprile 2020 per il rischio della presenza di allergeni. All’interno della confezione del prodotto, possibile presenza di allergene arachide non dichiarato in etichetta.

 

 

 

La tutela del consumatore e la sua salute, prima di tutto. Cresce l’attenzione per la sicurezza alimentare ancora di più se ha a che fare con le allergie. Per questo il Ministero della salute oggi, venerdì 28 dicembre ha diffuso, con una nota pubblicata sul suo sito internet ufficiale, il richiamo dal mercato della "Miscela per Tanti Dolci" a marchio "Cuori Di" per il rischio di possibile presenza di allergeni. La decisione riguarda le confezioni da 400 grammi con scadenza il 18 aprile 2020, realizzate nello stabilimento dall’azienda Molino Rossetto SpA nello stabilimento Via San Fausto, 98 - 35029 Pontelongo (Padova).. Secondo gli esperti del dicastero, il prodotto avrebbe un imballaggio errato: all'interno delle confezioni del prodotto non dichiarato in etichetta, potrebbe essere presente allergene arachide. Come sempre si invitano i consumatori allergici all'arachide che avessero già acquistato il prodotto interessato dal richiamo a non consumarlo e a riportarlo presso il punto vendita, dove sarà sostituito. Si ricorda che l'autorità può anche stabilire la revoca del ritiro e del richiamo dei prodotti. Come consiglia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti, bisogna sempre consultare il sito del Ministero della Salute, per quanto riguarda il ritiro di prodotti alimentari, per sapere cosa è stato ritenuto non idoneo alla vendita per motivi di sicurezza. Ma non è il solo modo: in particolare per gli alimenti e i farmaci,la Commissione Europea ha istituito sul proprio sito uno spazio apposito per consultare online le notifiche settimanali trasmesse da tutti i Paesi della Comunità Europea. Si trova anche qui, dunque, l'elenco dei prodotti ritirati.