Chi non conosce le carte prepagate delle poste, le Postepay? Sono le più diffuse in Italia e presenti in una gamma di proposte davvero completa: si può dire a ognuno la sua Postepay, che sia carta...
postpay

Chi non conosce le carte prepagate delle poste, le Postepay? Sono le più diffuse in Italia e presenti in una gamma di proposte davvero completa: si può dire a ognuno la sua Postepay, che sia carta conto, prepagata per impresa o per minorenni.

Agli italiani le carte ricaricabili made in Poste piacciono per vari motivi: la flessibilità delle offerte, la convenienza, la possibilità degli sconti esclusivi BancoPosta, le iniziative musicali, le promozioni legate a Postepay Sound e quelle del mondo crowfunding di PostepayCrowd.

A tutto ciò possiamo aggiungere la solidità finanziaria di Poste Spa, per dormire tranquilli sapendo che i soldi versati sulla carta sono al sicuro. Per conoscere tutte le ricaricabili postali devi solo leggere oltre.

Postepay Standard

La madre di tutte le carte prepagate si chiama Postepay Standard, opera sul circuito Visa e permette di fare acquisti online e nei circuiti Visa nazionali/esteri.

E’ una carta ricaricabile abbastanza economica: costa 10 € di emissione – altri 5 € devono essere caricati subito ma li potrai spendere in seguito come vuoi – mentre è priva di costi annuali di gestione.

I prelievi sono possibili sia agli ATM delle poste al costo di 1 € che in quelli bancari aderenti al circuito Visa o Visa Electron, al prezzo di 1,75 € in Italia ed Europa e a 5 € più 1,10% dell’importo prelevato nei paesi extraeuropei.

La Postepay Standard dispone anche della versione Postepay Junior, per ragazzi dai 10 ai 18 anni. Le differenze: la prima permette prelievo ATM giornaliero di 250 €, la seconda soltanto 100 €, o 150 allo sportello. Il limite di spesa quotidiano è 3.000 € per la Postepay Standard e 150 per la Postepay Junior.

Postepay Evolution

La carta conto per privati, la Postepay Evolution, è dotata di un codice IBAN che rende possibili bonifici SEPA, accredito gratuito di stipendio e pensione, domiciliazione delle bollette, pagamento di bollettini e persino dei tributi con il modello F24. Se ti servono solo queste operazioni bancarie può sostituire tranquillamente il conto corrente, e costa meno: 12 € annuali.

L’emissione ha il prezzo di 5 € più una prima ricarica obbligatoria di 15. Il plafond, ossia il deposito massimo ammesso sulla carta, è di 30.000 €, se possiedi più Postepay Evolution il loro plafond totale è di 100.000 €.

Il prelievo giornaliero consentito è di 600 €, quello mensile di 2.500, mentre da ufficio postale il limite è la disponibilità sulla carta. Da sportello Postamat prelevare è gratis, altrimenti paghi 1 € da ufficio postale o 2 da ATM bancario nazionale/europeo. Altrove paghi 5 € più 1,10% dell’importo.

La spesa massima è di 3.500 € quotidiani e 10.000 € mensili. Non ci sono costi di commissione per gli acquisti salvo quelli in valuta straniera, calcolati nell’1,10% della spesa. I bonifici SEPA costano 1 € oppure 3,50 da ufficio postale, il postagiro 0,50 €.

Postepay Connect

Non si tratta di una diversa carta prepagata delle poste ma di un’offerta che include Postepay Evolution e Sim PosteMobile. Ha un canone annuo totale di 70 € e offre tutte le funzionalità della carta conto insieme a un piano tariffario telefonico che include 10 giga mensili in 4G, chiamate e sms illimitati.

Postepay Evolution Business

La carta ricaricabile per professionisti e ditte individuali Postepay Evolution Business ha tutte le caratteristiche della Postepay Evolution ma risulta potenziata nel plafond, che è di 200.000 € e può essere associata a un POS o Mobile POS. Come la versione per privati opera su circuito Mastercard.

Il costo di emissione è di 12 €, il canone annuale di 60 €, 30 per i primi 12 mesi. La ricarica massima per operazione è di 3.000 €. Dettaglio importante, nel limite di ricarica annuale sono esclusi gli accrediti su POS.

Postepay Impresa, Postepay Virtuale e Postepay Corporate

Le carte prepagate Postepay aziendali consentono di pagare stipendi, prestazioni occasionali e contributi dei lavoratori, oppure possono essere impiegate dal titolare per le spese aziendali. Tutte e 3 richiedono un conto corrente di tipologia business alle poste.

La Postepay Impresa ha un costo di emissione di 2,5 €. E’ pensata per pagare le spettanze dei dipendenti. Il limite di spesa quotidiano ammonta a 3.000 €, analogamente al prelievo massimo da ufficio postale. Da qualunque ATM invece è 500 €. L’importo massimo ammesso su questa carta ricaricabile è di 3.000 €.

La Postepay Corporate risolve il problema delle verifiche sulle spese aziendali: può essere impiegata esclusivamente per le medesime. La ricarica è effettuabile anche in tempo reale, con plafond di 10.000 €. La ditta è l’unica a poterle fare e ha facoltà di muovere il deposito versato anche in senso inverso, ossia riaccreditandolo sul proprio conto. Questa carta prepagata costa all’emissione 2,5 € e opera su circuito Visa.

La Postepay Virtual è una carta ricaricabile aziendale disponibile sia con IBAN che senza. L’emissione costa 5 € e il plafond è di 3.000, mentre le ricariche totali annuali non devono superare la somma di 50.000 €. Le spese e il prelievo massimo quotidiano ammontano a 3.000 €, mentre da ATM a 250 €. La ditta ha facoltà di personalizzarla con il logo aziendale.

IoStudio Postepay

In collaborazione con il MIUR ecco la prepagata per gli studenti delle scuole secondarie di II grado priva di costi di emissione. IoStudio Postepay è una card distribuita dalle segreterie scolastiche.

Offre sconti nei circuiti convenzionati MIUR, ad esempio di telefonia, libri, eventi, e può essere utilizzata come una normale ricaricabile aderente al circuito Visa. Sola differenza è la disabilitazione di default dei pagamenti per le categorie “diseducative” quali quelle legate al gambling, ai liquori, etc. Lo studente può convertirla in una Postepay Standard.

Fonte: https://prepagateok.it/postepay-ecco-tutte-le-prepagate-disponibili-alle-poste/