<!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt;...

<!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} -->

Con il POR FVG azione 1.2.A, la Regione Friuli Venezia Giulia incentiva Progetti di Ricerca e Sviluppo Industriale e Reti di Cooperazione tra Imprese e Laboratori di Ricerca volti a favorire la crescita e lo sviluppo competitivo delle PMI aventi sede, o almeno un’unità operativa, sul territorio friulano.

 

Vengono promosse misure finalizzate a rafforzare la competitività del sistema produttivo regionale attraverso l’incentivazione alla ricerca, all’innovazione e al trasferimento tecnologico, mediante l’individuazione di programmi di intervento in particolari settori dell’innovazione e relative frontiere tecnologiche, particolarmente strategiche per lo sviluppo industriale regionale.

A tal fine, la Regione finanzia progetti di ricerca e sviluppo industriale e reti di cooperazione tra imprese e laboratori di ricerca.

 

Le incentivazioni verranno concesse esclusivamente nella forma di contributi a fondo perduto, per un importo non superiore al 70% degli investimenti consentiti.

I progetti agevolabili possono riguardare attività di ricerca e sviluppo industriale – come ad esempio lo sviluppo di sistemi di visione industriale – anche con l’eventuale ausilio di Laboratori di Ricerca, e attività ad esso collegate sinergicamente, come i Network di Cooperazione.

 

La Regione promuove ed incentiva dunque la collaborazione tra Impresa e Sistema della Ricerca – Università, Centri di Ricerca, Parchi Scientifici – sostenendo la cooperazione ed i processi di trasferimento tecnologico con lo scopo di introdurre innovazioni presso le PMI e renderle così più competitive nel loro mercato di riferimento.

 

Precludersi la possibilità di usufruire di questi fondi regionali comporterà l’inevitabile rinuncia ad un vantaggio competitivo indispensabile per la crescita e lo sviluppo aziendale.

A tal fine, vista la possibile copertura finanziaria della spesa, viene favorita l’opportunità di rivolgersi a società che già da molti anni offrono Servizi di ricerca ed engineering in outsourcing alle più qualificate aziende industriali e che mettono a disposizione un network di laboratori di ricerca altamente qualificati.

Fonte: http://nuke.eidon.it/ContributiafondoperdutodallaRegioneFVG/tabid/533/Default.aspx