Le caldaie tradizionali, utilizzate per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria, stanno per essere gradualmente sostituite dalle pompe di calore ad alta temperatura. Questi sistemi, infatti,...

Pompe di calore: funzionamento e vantaggi

postato da AleLonghi il 15/10/2019
Categoria: Tecnologia - tags: pompe di calore

Le caldaie tradizionali, utilizzate per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria, stanno per essere gradualmente sostituite dalle pompe di calore ad alta temperatura. Questi sistemi, infatti, sono più efficienti e funzionano senza l’aiuto di resistenze elettriche, riuscendo a raggiungere temperature di mandata molto elevate, indipendentemente dalla temperatura esterna!

Le pompe di calore ad alta temperatura sono un grande passo avanti nel campo del riscaldamento dell’acqua calda sanitaria, sia a livello residenziale che industriale, perché l’acqua viene riscaldata attraverso un sistema che ne mantiene inalterata l’igiene. Inoltre, l’assenza di resistenze elettriche garantisce un sensibile risparmio in bolletta e un basso impatto ambientale.

 

Come funzionano le pompe di calore

Le pompe di calore funzionano come un frigorifero, ma in maniera inversa: in un frigo, il calore viene estratto dall’interno ed espulso all’esterno. La pompa di calore, invece, fa l’esatto contrario: estrae il calore da una fonte naturale (che può essere l’aria, l’acqua o la terra) e lo trasporta all’interno di un edificio ad una temperatura idonea, in funzione del tipo di impianto di riscaldamento installato.

L’aria esterna entra nel circuito frigorifero e passa attraverso l’evaporatore della pompa di calore. Un refrigerante ecologico assorbe il calore dell’aria. Un compressore aumenta la pressione del gas, aumentandone quindi la temperatura. In questo modo il gas, ad alta pressione e temperatura, trasmette il calore al circuito dell’acqua calda e condensa, trasformandosi in liquido.

Il gas refrigerante, ora in forma liquida, passa per una valvola di espansione, riducendo pressione e temperatura. L’energia termica contenuta nel gas refrigerante viene trasferita all’acqua del condensatore. L’acqua circola attraverso un sistema chiuso, trasferendo il suo calore a un serbatoio di ACS, ai radiatori, al riscaldamento a pavimento o qualsiasi altro sistema di distribuzione del calore.

 

Pompe di calore: guida alla scelta

Utilizzando l’energia gratuita, ecologica e rinnovabile di suolo, acqua e aria, le pompe di calore sono la soluzione ideale per ridurre i consumi di energia e le emissioni di CO2 e, al tempo stesso, preservare il pianeta.

Per l’installazione di una pompa di calore è fondamentale una valutazione accurata dell’abitazione e dei suoi fabbisogni termici: il funzionamento ottimale di una pompa di calore si ha generalmente in abitazioni nuove, con impianti a pavimento o a radiatori a bassa temperatura. Nel caso di riqualificazione di un impianto tradizionale, l’isolamento termico dell’edificio dovrà essere performante per contenere le dispersioni termiche e per abbassare la temperatura di funzionamento dei radiatori esistenti.