Alzi la mano chi, tra i lettori di questo articolo, sa cosa sia la certificazione degli pneumatici. Credo che siano veramente pochi, anche se dalla qualità delle gomme dipende la nostra sicurezza...
postato da stemas il 11/11/2011
Categoria: Italia - tags: automobili

Alzi la mano chi, tra i lettori di questo articolo, sa cosa sia la certificazione degli pneumatici. Credo che siano veramente pochi, anche se dalla qualità delle gomme dipende la nostra sicurezza (o gran parte di essa) quando siamo al volante. Nel migliore dei casi, quando ci occupiamo di pneumatici, la nostra attenzione verte su questioni sicuramente importanti, quali la scelta della tipologia di prodotto da acquistare, il controllo dell’usura o la manutenzione. Ma sarebbe importante che, al momento dell’acquisto, verificassimo anche l’effettiva omologazione delle gomme. Come? Semplicemente verificando che sui fianchi sia presente la marcatura composta da una E maiuscola, racchiusa in un cerchio o in un quadrato e seguita da un numero (il tutto identifica il paese in cui lo pneumatico è stato omologato), e da una serie di numeri (almeno 6 cifre). Se sulle vostre gomme non sono presenti simili codici, fate due chiacchiere con il vostro gommista perché state rischiando una multa di 80 euro e la confisca del treno di gomme (non è chiaro se saranno le pattuglie direttamente sul luogo della verifica a provvedere…). Se per gli utilizzatori queste sono le sanzioni, ben diverso il discorso per chi produce o vende questo tipo di pneumatici: 779 euro di multa e sequestro dei prodotti non conformi.

Fonte: http://www.silvercar.it