Il 2010 è l’anno di fine produzione di questo modello di Lancia, possiamo comunque rintracciare nel mercato dell’usato delle Lancia Phedra in ottimo stato ad un prezzo che oscilla dai 7.000 ai...

Più spazio nella Lancia Phedra

postato da saramoca il 25/06/2012
Categoria: Utilità - tags: lancia phedra

La caratteristica peculiare della Lancia Phedra, minivan uscito negli anni ’90 proposto dalla casa automobilistica torinese, è sicuramente lo spazio. Tre file con 7 posti per i passeggeri: un abitacolo davvero confortevole. Un nuovo concetto di veicolo che doveva convincere, non solo come macchina adatta ad usi professionali, ma anche come veicolo per tutti i giorni, dagli interni curati e dalla guida maneggevole. La Lancia Phedra era la diretta discendente della Lancia Zeta, l’idea di minivan ad uso famigliare serpeggiava comunque anche all’interno dei team di ingegneri delle altre case automobilistiche francesi come la Citroen.

E così, in linea con le esigenze del periodo, anche la Fiat-Lancia sentì la necessita di proporre al mercato italiano e internazionale questa rivisitazione di minivan a 7 posti. L’auto era disponibile con motore turbodiesel common rail (con potenza massima di 110 cv e 2179 jtd 128 CV) oppure con il lancio del 2007, con motore Multijet da 170 cavalli (da 0 a 100 km/h in 10,8 secondi) sia in versione a cambio automatico che manuale. Il veicolo poteva raggiungere i 200 chilometri all’ora.

Il 2010 è l’anno di fine produzione di questo modello di Lancia, possiamo comunque rintracciare nel mercato dell’usato delle Lancia Phedra in ottimo stato ad un prezzo che oscilla dai 7.000 ai 13.000 euro.