La contraccezione di emergenza è la conseguenza di incidenti che possono capitare a qualunque donna e perché sia efficace la parola d’ordine è “tempestività”. Ma non sempre essere tempestivi è...
postato da Mara121 il 27/03/2013
Categoria: Medicina e Salute - tags: contraccezione di emergenza + pillola del giorno dopo
Pillola del giorno dopo ‘difficile’ in Italia

ANCORA TROPPO DIFFICILE – La contraccezione di emergenza è la conseguenza di incidenti che possono capitare a qualunque donna e perché sia efficace la parola d’ordine è “tempestività”. Ma non sempre essere tempestivi è possibile, soprattutto in Italia. Nel nostro paese infatti, un procedimento molto semplice come quello della richiesta della pillola del giorno dopo può diventare una vera e propria impresa per la donna che si reca al consultorio o all’ospedale. In molti casi infatti, consultori, ospedali o addirittura farmacie si rifiutano di dare il farmaco per la contraccezione di emergenza per motivi di obiezione di coscienza.

RESISTENZE E STRESS EMOTIVO – Ci sono anche i casi in cui, come ad Urbino, al consultorio non ci sono nemmeno i medici che potrebbero prescrivere la pillola del giorno dopo per carenza di organico. L’Associazione Italiana per l'Educazione Demografica (AIED) ha denunciato le difficoltà e le resistenze che le donne incontrano di fronte alla necessità della pillola, anche in seguito alle numerose segnalazioni di donne che si sono viste negare il diritto della contraccezione di emergenza. Secondo poi un’indagine svolta dall’istituto di ricerche Bva Healthcare per Hra Pharma, in Italia più di una donna su 4 dichiara di essersi sentita a disagio, giudicata o di aver addirittura ricevuto una paternale da chi fornisce la pillola.

POCA INFORMAZIONE – Quindi non solo ottenere la pillola del giorno dopo è difficile e in molti casi stressante e avvilente da un punto di vista emotivo, ma è anche un procedimento poco chiaro e confuso. La maggior parte delle donne dichiara di non sapere cosa bisogna fare per ottenerla, mentre la grande maggioranza delle donne che la assumono afferma di non ricevere informazioni sul suo funzionamento da parte degli operatori sanitari che gliela fornisce. E pensare che una semplice pillola se presa in tempo può evitare una gravidanza indesiderata o un successivo ricorso all’aborto. Inoltre, non trattandosi di una pillola abortiva, l’obiezione di coscienza riguardo alla pillola del giorno dopo sarebbe illegittima come regolato da legge 194.

Fonte: http://www.121doc.it/press/pillola-del-giorno-dopo-difficile-in-italia-8799.html