E’ stata inaugurata giovedì 15 novembre alle ore 19 nella splendida  cornice del Palazzo dei Normanni Sala Duca di Montalto  la mostra antologica  di Pietro D’Aguanno dal titolo “Pietro...

PIETRO D'AGUANNO: OPERE 1964 - 2012 di anna scorsone alessandri.

postato da anna scorsone il 16/11/2012
Categoria: Cultura e Società - tags: cultura
Pietro D'Aguanno

  E’ stata inaugurata giovedì 15 novembre alle ore 19 nella splendida  cornice del Palazzo dei Normanni Sala Duca di Montalto  la mostra antologica  di Pietro D’Aguanno dal titolo “Pietro D’Aguanno: Opere 1964 – 2012”  a cura di Maria Antonietta Spadaro e Paola Nicita ed organizzata dalla Fondazione Federico II.

 

Un evento che ripercorre la storia artistica del pittore siciliano, dai paesaggi dove troviamo luci riflesse, giocate tra mille gradazioni di colori e le composizioni ottenute inserendo frammenti di antiche tele o anche opere con fotografia e oggetti applicate sulla tela creano un effetto notevole.

 Nelle sue opere sono presenti  racconti della nostra storia più tragica, narrata attraverso il pennello e la carta delle pagine di cronaca dei giornali di quel tempo.

Una personalità mite e discreta che ama il silenzio del proprio studio e, ancor di più lavorare nella sua casa dello Stagnone di Marsala.

 

D’Aguanno ha sempre dipinto senza controllare ciò che accadeva  fuori dalla sua finestra: non si preoccupa di mischiare sperimentazioni tecniche e forme, dal figurativo all’astratto, senza seguire mode o correnti, ha sempre dipinto in assoluta libertà, un percorso personalissimo che si snoda in più di cinquant’anni  di lavoro.

Quella di D’Aguanno come dice Francesco Cascio, Presidente della Fondazione Federico II e dell’Assemblea Regionale Siciliana … è una mostra che parlerà a ogni cittadino siciliano, ma che dirà qualcosa di noi anche ai numerosi turisti che giornalmente visitano Palazzo dei Normanni e le Sale Duca di Montalto.

 

Pietro D’Aguanno, nasce il 4 febbraio del 1935. si forma  con Giovanni Varvaro e Alfonso Amorelli. Docente di disegno tecnico e architettonico e di educazione artistica  dal 1957 al 1985, ha scelto sempre la pittura, come mestiere, nel significato più alto del termine. Ha scavato nelle tecniche e nei linguaggi del passato al punto di potere affrontare il restauro di un’opera  del 400 o 800 con la stessa abilità di un grande conoscitore.

In età matura, imbocca i sentieri della sperimentazione: si interessa sempre di più alla ricerca cromatica  e  spaziale,  la possibilità di dare consistenza volumetrica, spessore  e dinamismo alla materia, che sembra palpitare e guidare nei suoi anfratti l’occhio scrutatore facendolo immergere nei misteriosi meandri di cave e di paesaggi aspri come masse magmatiche,  paesaggi dove i tragici eventi ambientali ne minacciano l’equilibrio.

 

La mostra sarà visitabile presso il Palazzo dei Normanni – Sale Duca di Montalto, Via del Parlamento n.1 fino  al 9 dicembre 2012,   tutti i giorni dal lunedì al sabato con il seguente orario 8,15/17,40 – domenica e festivi  8,15/13.00. Il biglietto di ingresso alla mostra ha un costo di 3 euro.

         Anna Scorsone Alessandri