Chirurgia laparoscopica Roma e raffinate tecniche chirurgiche "mini invasive" laparoscopiche di cui è un esperto. Dott. Carlo Farina Specialista in Chirurgia laparoscopica Roma in diverse...

Patologie ginecologiche e chirurgia mini invasiva

Chirurgia laparoscopica Roma  e raffinate tecniche chirurgiche "mini invasive" laparoscopiche di cui è un esperto.

Dott. Carlo Farina Specialista in Chirurgia laparoscopica Roma in diverse patologie quali Ernie e Laparoceli, Calcoli della Colecisti, Polipi e Tumori del colon, Emorroidi, Ragadi, Fistole anali e Sacrococcigee, Noduli mammari, Noduli della Tiroide e Paratiroidi Etc.
Chirurgia laparoscopica RomaChirurgia Mini invasiva
o videolaparoscopia è quella particolare tecnica chirurgica che permette di effettuare qualsiasi intervento riducendo il punto di entrata degli strumenti chirurgici a tagli di pochi millimetri evitando così le ampie aperture sulla cute.

Anoretto

Per Proctologia si intende quella parte della medicina e della chirurgia che si occupa della malattie dell'ano e del retto (anoretto). Le emorroidi, le ragadi anali, i prolassi rettali, le fistole e gli ascessi e i tumori dell'ano e del retto rientrano nel capitolo delle patologie proctologiche. Anche se non specifiche dell'anoretto, rientrano in questo capitolo anche le Cisti e Fistole sacrococcigee.

Mammella

Per fibroadenoma mammario si intende una patologia benigna della mammella che generalmente colpisce giovani donne in un periodo entro 20 anni dalla pubertà cioè dalle prime mestruazioni. Nel 15 % dei casi è multicentrico o bilaterale cioè può essere presente in più sedi nella stessa mammella od in entrambe.

Chirurgia laparoscopica Roma e patologie ginecologiche:

Il fibroma uterino, meglio definito come Leiomioma o Mioma uterino, è un tumore benigno dell'utero che colpisce circa il 20% delle donne sopra i 30 anni. La vera percentuale probabilmente è più alta in quanto la maggior parte delle donne non presenta sintomi.

Rene

I reni sono due organi importantissimi per il nostro organismo e sono situati profondamente nell'addome, a contatto con la parete addominale posteriore all'altezza delle ultime vertebre toraciche e delle prime vertebre lombari. Sono ben difesi dalle ultime costole. Una loro caratteristica è la capacità di poter funzionare ognuno anche in assenza dell'altro.

Colon

Il materiale digerito dal piccolo intestino o intestino tenue, si riversa nel cieco e da li prosegue nel colon fino al retto da dove viene espulso con le feci dall'ano. Una delle caratteristiche principali del colon sta nel riassorbimento dell'acqua dalle feci. A livello del ceco esiste una estroflessione a fondo cieco che si chiama appendice le cui pareti sono ricche di tessuto linfatico.

 

Surrene

I Surreni sono due ghiandole endocrine, cioè che producono ormoni, che si trovano al di sopra dei reni, da cui deriva il loro nome. Sono piccole, pesano solo 4 grammi l'una ma sono estremamente importanti per il nostro organismo. In caso di asportazione di una di loro, l'altra supplisce completamente la funzione.

Chirurgia laparoscopica Roma – Ernia e laparocele

Col termine di Ernia si intende la fuoriuscita di un viscere ( grasso , intestino, vescica o altro) dalla sua sede abituale attraverso una zona di maggiore debolezza della parete muscolare o un canale anatomico. Il laparocele è un tipo di ernia che si sviluppa solo in seguito ad un intervento chirurgico. Per vari motivi i punti di sutura della parete muscolare si allentano e si crea un difetto , un foro da cui può fuoriuscire il contenuto addominale. Il laparocele è infatti chiamato anche Ernia postoperatoria.

Tiroide e paratiroidi  

Per Gozzo si intende genericamente un aumento di volume della ghiandola tiroidea. Le cause sono molteplici e può presentarsi sia nei casi in cui la funzione della ghiandola è normale (gozzo eutiroideo) sia quando produce troppi ormoni tiroidei come nell' ipertiroidismo, sia quando ne produce troppo pochi come nell' ipotiroidismo.

Esofago

L'esofago è quel tratto di intestino che va dal faringe allo stomaco e con le sue contrazioni peristaltiche permette il passaggio del cibo verso lo stomaco e non viceversa. infatti al termine dell'esofago è presente lo sfintere esofageo inferiore (LES), particolarmente contratto che impedisce insieme ad una valvola all'imbocco dello stomaco (cardias) il reflusso del succo acido gastrico verso l'esofago.

Fegato e colecisti

 

Il fegato è un sofisticato laboratorio chimico che riceve il sangue dall'intestino con tutte le sostanze assorbite durante i pasti. Le metabolizza e le immette in circolo. Il fegato produce la bile, un liquido viscoso, giallastro e lo convoglia in alcune "tubature" chiamate dotti biliari. Questi immettono la bile in un dotto unico chiamato coledoco che infine porta la bile nell'intestino. Qui si mischia con il cibo proveniente dallo stomaco e ne aiuta la digestione e l'assorbimento. Lungo il decorso del coledoco c'è un sacchetto di raccolta della bile chiamato colecisti o cistifellea che ha la funzione di accumulare la bile ed immetterla nell'intestino solo al bisogno.
www.carlofarina.it