La vita del pasticciere non è così semplice come te l’aspettavi vero?
postato da fabiopap il 08/07/2017
Categoria: Scuola - tags: corso + pasticceria
corso pasticceri

 

Alzi la mano chi non ha mai provato a fare una torta! Ognuno di noi almeno una volta nella vita ne ha sicuramente preparata una. Qualcuno dopo la prima volta ci ha rinunciato, qualcun altro ha continuato a prepararle, qualcun altro ancora si è specializzato fino a diventare un pasticciere professionista...

 

Si perché il pasticciere può farlo chiunque.

 

L’importante è conoscere la ricetta, assemblare i giusti ingredienti e non sbagliare le dosi. Cosa ci vorrà mai!” Se qualcuno fra voi lettori ha provato a pensare, anche solo per un attimo, una cosa del genere, presto si renderà conto che nulla è più sbagliato.

 

Pasticciere ma non pasticcione

 

Al pasticciere non è consentito fare pasticci.

 

Per ottenere qualsiasi tipo di risultato: torte da forno, semifreddi, biscotti, creme, prodotti da colazione, il pasticciere non può sbagliare nemmeno di un grammo. Deve essere attento ad acquistare sempre ingredienti di ottima qualità perché spesso la buona riuscita dipende proprio dalle materie prime.

 

Una pasticceria (ma vale lo stesso anche per un ristorante, un bar o un hotel) acquistano popolarità proprio per i prodotti preparati dal pasticciere. E’ sufficiente deludere una sola volta il cliente con un dolce che non rispecchi esattamente quello previsto, per perdere un consumatore e generare un passaparola negativo.

 

Il pasticciere deve essere molto preciso nel rispettare la ricetta, le dosi e la perfetta scaletta degli ingredienti. La pasticceria è sicuramente il settore della cucina più vicino alla precisione scientifica.

 

Un mestiere perciò complesso, quello del pasticcere, che richiede molta preparazione. Oltre a conoscere nei dettagli le materie prime che vengono utilizzate è infatti necessario avere nozioni di biologia, nutrizione e sicurezza alimentare. Per diventare pasticciere bisogna inoltre conoscere alcune regole della chimica (necessarie per combinare gli ingredienti), le norme igienico-sanitarie e le tecniche di conservazione degli alimenti.

 

De gustibus...

 

Il pasticcere non è solo un artigiano che si occupa della preparazione, lavorazione e cottura dei dolci. Non è esclusivamente un esperto di cucina che gioca con gli ingredienti, i gusti e gli aromi per soddisfare il palato dei più golosi.

 

Il pasticciere è un artista nel vero senso del termine. E non parliamo solo della piena soddisfazione delle papille gustative. Facciamo riferimento anche all’estetica, perché nella pasticceria anche l’occhio vuole la sua parte.

 

Spesso, infatti, è proprio l’aspetto visivo che spinge un cliente ad acquistare un dolce. L’inventiva e la creatività sono doti imprescindibili in un buon pasticcere sia nella ricetta che nella presentazione del dolce.

 

Accanto all'estrema precisione nei dosaggi e nei passaggi di preparazione, un bravo pasticcere deve pertanto possedere delle capacità creative per curare al meglio la presentazione.

 

Conclusione

 

La vita del pasticciere non è così semplice come te l’aspettavi vero?

 

Se però non ti abbiamo fatto cambiare idea e sei ancora intenzionato ad andare dritto per la tua strada continua a leggere perché adesso arriva la buona notizia.

 

Il pasticciere è uno dei mestieri più richiesti in assoluto ed offre ottime possibilità di carriera. Questa professione non ha risentito della crisi economica e non risente mai dell’alta e della bassa stagione.

 

Allora buttati perché in fondo cosa c’è di meglio che lavorare fra mousse, pasticcini e squisitezze varie?

 

Fonte: http://redacademy.it/corso-di-cucina-professionale-pasticcere/