Il Parco di Colfiorito è compreso nel comparto dell'Appennino centro - occidentale, all'interno di un complesso di conche tettonico-carsiche pianeggiante e di grande estensione, compreso tra...
postato da bebeagri il 06/06/2010
Categoria: Eventi - tags: agriturismi + colfiorito + fauna + flora + habitat + manifestazioni + palude + parco + plestia + territorio + umbria + umbro marchigiano
palude di colfiorito

Tra le montagne dell'appennino umbro-marchigiano si estende una suggestiva zona che il wwf ha proclamato oasi protetta per la sua flora e fauna che è denominata Parco di Colfiorito
Uno sterminato altopiano con al centro elementi di eccezionale valore: la palude omonima che raccoglie rare specie floristiche e vegetazionali e che ospita uccelli acquatici, gasteropodi e anfibi; il monte Orve ed il suo castelliere preistorico; le testimonianze archeologiche della città romana di Plestia. Il paesaggio intatto dei piani carsici e dei colli è quello, immutato della storia delle civiltà agricolo-pastorali dell'Appennino.

Il Parco di Colfiorito è compreso nel comparto dell'Appennino centro - occidentale, all'interno di un complesso di conche tettonico-carsiche pianeggiante e di grande estensione, compreso tra Umbria e Marche e denominato Altipiani di Colfiorito.
L'altipiano è composto da sette conche che costituiscono il fondo di antichi bacini lacustri, prosciugatisi sia naturalmente che per opera dell'uomo.
La Palude di Colfiorito è l'entità più significativa del complesso fenomeno: ha forma tondeggiante, superficie di circa ha 100 con fitta vegetazione acquatica. La Palude è stata dichiarata di interesse internazionale dalla convenzione di Ramsar per le caratteristiche della sua torbiera, per le ricchezze di specie vegetali e quale habitat eccellente per l'avifauna.
La palude è importante area di sosta per l'avifauna migratoria caratteristica degli ambienti umidi (airone cenerino, airone rosso, tarabuso, tarabusino, germano reale, mestolone).
Importante è la presenza del gufo reale e del gatto selvatico nella limitrofa Selva di Cupigliolo.
La Palude di Colfiorito e i Piani sono complessivamente uno degli elementi naturali di maggiore interesse nell'Appennino per il complesso delle caratteristiche geomorfologiche, geologiche, idrologiche, paleontologiche, botaniche, agronomiche storiche e paesaggistiche.

Manifestazioni nelle vicinanze:

Colfiorito: la Sagra della Patata Rossa (Agosto)
Plestia: la Fiera di Plestia (Maggio-Settembre)
Annifo: "Sette giorni in montagna" (Agosto)

Luoghi da visitare:

Monte Orbe: il Castelliere, l'insediamento preistorico
Plestina: resti archeologici della città romana
S. Andrea di Gracciano e S. Angelo di Bagnara: i Monasteri ed i Romitori
Colfiorito: il Castello
S. Maria di Plestia: il Santuario (su resti di un tempio romano), la Basilica paleocristiana, i resti dell'antica città romana
Piano di Ricciano: la Basilica di C. Gentili
Castellina: il "Castelliere"
Monte Cupigliolo, Cifo, Madonna di Ricciano, Polveragna, Forcatura, Borgarella: i reperti di natura arcaica e romana e degli antichi insediamenti dalla prima età del ferro alla prima età imperiale romana.

Agriturismi consigliati nelle vicinanze:


* Albergo Hotel Centro Benessere l'Altopiano
* Relais du Silence
* Agriturismo a Bevagna
* B&B con Piscina Casolare Gli Ulivi
* Dimora di Campagna
* Agriturismo Piscina Ristorante - Corta di Colle
* Agriturismo Benessere Country House a Trevi

 

Fonte: http://www.allwebitaly.it/html/view_parco.di.colfiorito.palude.foligno.wwf.html