Alcune raccomandazioni per scegliere e conservare un olio extravergine d'oliva
postato da MatteoD il 12/06/2017
Categoria: Alimentazione - tags: olio extravergine d oliva + olio extravergine pugliese

L'olio extravergine d'oliva è un elemento fondamentale della dieta mediterranea, nonché gioca un ruolo molto importante nel benessere della salute umana. Infatti son ben note le proprietà antiossidanti dei biofenoli, contenuti all'interno, che incidono in maniera sostanziale sul gusto e la conservazione dell'olio. Per riuscire a mantenere e sfruttare al meglio le proprietà organolettiche di un buon olio extravergine d'oliva bisogna stare attenti ad alcuni accorgimenti:

 

  • La prima cosa è assicurarsi che sia conservato in un buon contenitore. La bottiglia deve essere rigorosamente scura e sempre perfettamente chiusa.
  • Il luogo di conservazione gioca un ruolo primario, infatti bisogna tenere la bottiglia in un luogo fresco e asciutto, la temperatura ideale tra i 15° e i 18°, in caso contrario potrebbero esserci una degradazione del prodotto a causa del troppo caldo o del troppo freddo.
  • Utilizzare l'olio con moderazione. Evitare di utilizzare una quantità eccessiva di olio ed “inondare” le pietanze, che in questa maniera prevarrebbe sul sapore naturale del cibo.
  • Quando si sceglie un olio tenere ben presente che la qualità del prodotto e delle olive è fondamentale. I migliori oli italiani hanno una certificazione, che assicurano uno standard elevato nella produzione, provenienza e commercializzazione del prodotto. Ad esempio, un olio extravergine pugliese DOP, proveniente dal Salento è certificato e valorizzato dal Consorzio Terra D'Otranto DOP, unico per tutto il territorio.

Mangiare sano è diventato uno standard a cui non si può più rinunciare . Stare attenti quando si sceglie e si conserva un olio extravergine d'oliva è importante per il benessere della nostra salute.

 

 

Fonte: http://www.oliorucco.it