Le banche e le società finanziarie hanno dovuto adeguarsi ai cambiamenti del mondo del lavoro, studiando prestiti adatti alle nuove tipologie di lavoratori.

Offerte on line per prestiti a lavoratori atipici

postato da camilla borsari il 26/03/2011
Categoria: Lavoro - tags: banche + dipendenti + lavoro

Fino ad un decennio fa il mondo del lavoro era strutturato in uno schema fisso: il lavoro sicuro come dipendente pubblico, statale o privato, ed il lavoro in proprio, come artigiano, imprenditore o libero professionista. La società è cambiata, si è evoluta e, mentre “ il posto fisso” diventava un’utopia, è nata una miriade di lavoretti alternativi, come l’operatore di telemarketing, molti dei quali rientrano nella categoria dei lavori atipici. I lavoratori atipici sono i famosi “precari”, con contratti a termine, costantemente in pericolo di perdere il lavoro. Capita che anche questi lavoratori abbiano l’esigenza di un prestito personale, e le società finanziarie hanno strutturato dei finanziamenti convenienti e flessibili loro dedicati. Con una rapida ricerca in internet, nei siti dedicati alle finanziarie, si viene in possesso di tutte le informazioni necessarie e delle offerte delle maggiori e più note finanziarie in Italia, quali Findomestic, Agos Italfinco, Prometeo, Neos Banca, Consum.it, Monte dei Paschi di Siena…E ‘ sempre meglio rivolgersi alle società più conosciute, più serie, che fanno della chiarezza, della lealtà e della flessibilità, i loro capisaldi.

Ovviamente il consiglio per eccellenza è quello di confrontare diversi preventivi per i cosiddetti “prestiti lavoratori autonomi”, soprattutto quelli on line, sempre veloci e affidabili, e non fermarsi alla prima offerta solo perché questa viene accettata, nonostante la condizione di lavoratore atipico. Infatti le società propongono prodotti diversi: una offre la sospensione della rata per un certo periodo di tempo, un’altra la possibilità di saltare una rata più volte, eccetera. Ma vediamo quali sono i lavoratori atipici: lavoratori assunti con contratto di formazione, di collaborazione, contratti a progetto, a tempo determinato e part-time. Nomi che in realtà mascherano il normale lavoro dipendente, ma che non offrono le stesse garanzie.

In linea di massima, comunque, i prestiti erogati a questi lavoratori non sono di importi elevatissimi, a meno che non si offrano garanzie supplementari, come la firma di un garante; sono a tasso fisso e la durata del finanziamento non va oltre la durata del contratto di lavoro. Cercate on line il prestito più conveniente, facendo attenzione al Taeg.

Per maggiori informazioni : prestiti lavoratori atipici