Naire Feo, mostra personale di pittura “La mia isola”  Comunicato stampa.   Un viaggio attraverso le opere di Naire Feo dal titolo “La mia isola”  ispirandosi alle leggende siciliane raccontate...

Naire Feo, Mostra personale di pittura "La mia isola".

postato da anna scorsone il 16/09/2019
Categoria: Cultura e Società - tags: cultura
naire feo

Naire Feo, mostra personale di pittura “La mia isola”

 Comunicato stampa.

 

Un viaggio attraverso le opere di Naire Feo dal titolo “La mia isola”  ispirandosi alle leggende siciliane raccontate nei testi di Claudio Alessandri, rappresentando in modo soave il racconto mitologico del popolo siciliano fatto di simboli, luoghi, personaggi storici e fantasiosi.

“Una narrazione misteriosa e affascinante dove il reale si fonde con l’irrazionalità.

Ogni quadro contiene un’opera nell’opera, una sorta di finestra che può essere interpretata come un significato nel significato, un flashback, un’intuizione improvvisa, il razionale nell’irrazionale, a creare una intima ed interiore sintonia tra l’artista e chi si nutre della sua arte.(E. Costa)”

Naire, fornisce una sua interpretazione visiva a leggende che scivolano verso la favola, oppure favole che hanno uno sviluppo da avvenimenti realmente accaduti. Il popolo, così detto minuto, è più disposto ad ascoltare gli accadimenti storici e non, sotto forma di leggenda, interessandosi poco dell’arida e pedante, a volte, realtà.

 Evidentemente tra le opere di questa artista non poteva mancare la leggenda di re Artù, quella della Pantofola della Regina, Santa Rosalia, non poteva mancare quella di Colapesce, un essere dotato di capacità natatorie eccezionali e non poteva mancare lo “Stupor Mundi” Federico II di Svevia, ed altre ancora che si inseriscono con delicatezza o truculenza, nei fatti storici di un’isola che dalla sua posizione geografica trasse notevoli vantaggi commerciali, posta al centro del Mediterraneo, divenne ben presto il desiderio di tutte le potenze europee e mediorientali, conobbe grande gloria e indicibile dolore”.

Non esiste su tutto il globo terracqueouna terra come la Sicilia che espresse e in parte esprime ancora ai giorni nostri, una valenza culturale tanto vasta e varia. Naire Feo fa parte integrante di questa cultura, la interpreta nei suoi dipinti dallo stile inconfondibile, attraente come le leggende che traduce in figura, non rappresentazione favolistica, ma una realtà scaturita da fatti storici che percorrono secoli e secoli di vita quotidiana.

 

Naire Feo nasce a Cosenza, attualmente vive ed opera tra Palermo ed Alcamo. 

Ha conseguito il diploma presso il Liceo Artistico Statale di Palermo e frequentato il corso di laurea in Architettura.
La tecnica più congeniale all’artista, oltre la pittura ad olio, è quella della pittura acrilica utilizzata per esprimere la ricerca sul tema del paesaggio che affronta da molti anni.

Le sue tele rappresentano soprattutto scenari fluidi ed evanescenti, ottenuti con pennellate larghe e sfumate. Spesso nei suoi lavori sono inserite delle “finestre” per creare stratificazioni di racconti dove possono essere inseriti elementi che sono la chiave di lettura dell’intera opera.

Dai primi anni ’90 è presente in numerose mostre collettive in Italia e all’estero. Dal 1997 al 2000 è assistente presso uno studio d’Arte di Palermo.

Dal 2003 ricopre la carica di direttore artistico dell’Associazione Cultura RicercArte di Palermo che si occupa di diffondere maggiore interesse verso l’Arte nelle sue varie manifestazioni, aiutando e incoraggiando soprattutto i giovani artisti.

 

La mostra di Naire Feo “La mia isola” si inaugura il 23 settembre 2019 ore 17.30 a Casa Cava, Via San Pietro Barisano, 47 - Matera

Orari: 10,00 /13.00 – 15,30 / 18,30 visitabile fino al 30 settembre 2019