La richiesta di un mutuo prima casa non avviene prima dei 35 anni. A diffondere il dato è Mutui.it, compratore di mutui on line, che ha esaminato oltre 1.000.000 di richieste di mutuo arrivate al...

Gli italiani riescono a risparmiare poco e sono sempre di più i dati che confermano il raggiungimento dell’indipendenza economica tardi, da i 30 anni in poi. Questo fenomeno coinvolge anche il discorso mutui, infatti, la richiesta di un mutuo prima casa non avviene prima dei 35 anni. A diffondere il dato è Mutui.it, compratore di mutui on line, che ha esaminato oltre 1.000.000 di richieste di mutuo arrivate al sito negli ultimi mesi.

Secondo l’indagine chi desidera sottoscrivere un mutuo per prima casa ha un’età media di 36 anni, presenta la domanda per un finanziamento di 160.000 euro (che corrisponde mediamente al 75% del valore dell’immobile che si vuole acquistare), sceglie l’opzione tasso fisso (47% del campione) e si impegna con la Banca erogatrice per un periodo di circa 25 anni.

L’analisi di Mutui.it ha potuto mettere in evidenza anche le differenze, notevoli, che si registrano in Italia nella sottoscrizione dei finanziamenti per l’acquisto della prima casa. In primis la durata media del mutuo, che nelle regioni settentrionali cresce di 10 anni rispetto alla media, arrivando a 35 anni. Mentre si è registrata una sostanziale uniformità nella richiesta di finanziamenti a rata costante (circa il 12% del totale in tutta la Penisola), è emerso chiaramente che al Sud si preferisce la prudenza: oltre il 54% di chi richiede un preventivo di mutuo lo fa per un finanziamento a tasso fisso.

Sebbene anche nel Nord Italia la maggiore quantità di richieste si concentri su mutui a tasso fisso, va registrato come il tasso variabile raccolga quasi il 36% delle preferenze; cinque punti percentuali più della media nazionale, sette più che al Centro Italia e addirittura undici rispetto a quanto non accada nelle regioni meridionali.

Dall’indagine fatta da Mutui.it è emerso che gli importi più alti per l’acquisto della prima casa vengono richiesti in Trentino Alto Adige (191.000€ in media) e, a seguire, nel Lazio (185.000€) e in Valle d’Aosta (180.000€). Decisamente più economici, per le Banche, i finanziamenti per gli acquisti di immobili in Basilicata, Calabria e Molise; in queste regioni chi sottoscrive un mutuo prima casa richiede in media, rispettivamente, 136.000€, 129.000€ e 124.000€.

Mutui.it è un comparatore on line di offerte di mutuo che consente di confrontare i prodotti di finanziamento delle migliori Banche italiane. Sul sito sono presenti diversi strumenti come il calcolo rata mutuo per aiutare chi ricerca un mutuo a valutare ogni aspetto economico.

Fonte: http://www.mutui.it