Sabato 14 Ottobre alle ore 18:30 presso la sede di Palermo, Via Terrasanta, 56, sarà inaugurata la mostra personale di Giampaolo Talani "Il mare intorno". Sarà presente il maestro.

MOSTRA PERSONALE DI PITTURA GIAMPAOLO TALANI.

postato da anna scorsone il 13/10/2017
Categoria: Cultura e Società - tags: cultura
giampoaolo talani

Questa spiaggia non ha più segreti tra i suoi

sassi tondi,

non ha più conchiglie sulla riva

Giampaolo Talani

 

COMUNICATO STAMPA

Sabato 14 Ottobre alle ore 18:30 presso la sede di Palermo, Via Terrasanta, 56, sarà inaugurata la mostra personale di Giampaolo Talani "Il mare intorno". 
Sarà presente il maestro. 
Catalogo in galleria. 
La mostra sarà visitabile fino all'11 Novembre 2017.
Dal Martedì al Sabato 10:00 - 13:00 e 16:30 - 19:45.

 

Dopo aver esposto nei più prestigiosi contesti internazionali, l'artista toscano di fama internazionale Giampaolo Talani "torna" ad esporre a Palermo.  dove domani alle ore 18,30 presso la Galleria d'Arte Lupo’Art  sarà inaugura la personale dal titolo “Il Mare'.intorno”

La forza di Talani risiede nella sapiente messa in scena dei suoi personaggi, materializzazione di sogni, apparizioni che assumono la sacralità e la profondità di una presenza, una narrazione che parte dalla memoria, da lontano, per illuminare il presente. Talani sembra essere tra i suoi personaggi, vivere in questo mondo di tela, cartone, colori, stesure cromatiche, possedere il ritmo dell’affabulazione, del racconto orale, della leggenda, procedendo con i movimenti lenti e solenni della grande narrativa ottocentesca. “

Talani con la sua produzione pittorica, a volte con le parole dei suoi racconti, è stato capace di inventare un proprio mondo ricco di misteri, sogni, silenzi, ombre, sguardi, notturni.

La poetica di Talani conferisce una straordinaria dignità e potenza sia ai simboli infantili che alle figure umane, le sue scelte non sono mai casuali e se decide di accostare quelle figure, quei simboli e quei colori è perché col suo linguaggio ci vuole fare partecipi di un racconto ben preciso.

Tutte le sue opere  sono realizzate su supporti di canovaccio ed i colori, voluti terrosi, non spengono le loro cromie, anzi le esaltano solcate da microscopiche screpolature e da sovrapposizioni che nulla hanno dell’artificioso; tutto è denso come le riflessioni che ispirano le realizzazioni di Talani, denso di spessore coloristico, ma quello che è più importante, colmo di risonanze vitali, di una umanità che ha poco importanza nel dipinto, ma è indispensabile nell’economia  del messaggio universale da cui scaturisce:  viaggiare è vigoria cerebrale, il passato, il presente… la speranza che tende a disgelare l’ignoto, tutto è moto, è desiderio di avventura. Il mare, le spiagge con le lische di pesci gettate dal caso, ispirate dal “sommovimento delle onde” alle volte anche, ancora vivi nelle mani nelle tasche di allucinati personaggi, provocazione o semplice ironia?...

Le opere si impongono per espressività, alle volte sorretta da rossi violenti, a volte da azzurri riposanti, è un contributo cromatico al pensiero, al gusto di colloquiare con l’osservatore per condurlo a chete serena, esente da parossismi.

Talani dispensa con le sue realizzazioni vita, non turbinosa, ma certamente serena come un messaggio che giunge dall’ignoto e che all’ignoto affida il proprio futuro in un esaltante vibrare di ottimistica melodia, e non dissonanti note di una fine intrisa di deludente lucore crepuscolare.

INGRESSO LIBERO

 anna scorsone alessandri