Richiedi la Migliore Offerta Hotel al Parco Nazionale del Circeo: Hotel, agriturismi e b&b per visitare il Parco Nazionale del Circeo. Vacanze al mare nel Lazio a prezzi bassi in provincia di...
Dormire lungo la costa del Lazio, vicino al Parco del Circeo

Il Parco Nazionale del Circeo, un arcipelago di ambienti, istituito nel 1934 e che oggi protegge, secondo la lista redatta dal WWF, una delle dieci ultime aree selvagge d’Italia. Si tratta veramente di un angolo di paradiso di 22 km di fascia costiera sabbiosa, caratterizzata da dune dorate, laghi, foreste ed un promontorio roccioso su cui si aprono diverse grotte. Il tutto a meno di un’ora da Roma.

 

Il Parco nazionale del Circeo è uno dei cinque parchi "storici" italiani; occupa una superficie di 8.484 ettari nei comuni di Latina, Ponza, Sabaudia e San Felice Circeo, in provincia di Latina.

La creazione del Parco ha salvato quel poco di foresta planiziaria e zona umida scampato alla imponente opera di bonifica della Palude Pontina attuata dal regime fascista. Migliaia di ettari vennero bonificati e vennero edificati nuovi centri abitati, come Littoria (l'attuale Latina), Sabaudia, Pontinia e Aprilia. Le terre furono affidate a 60.000 coloni veneti, friulani e romagnoli.

Il parco é particolarmente famoso per la sua fauna. Particolarmente interessanti, inoltre, sono le presenze di numerosissimi insetti, rettili come il cervone, natrice, biacco, orbettino, vipera comune, testuggine d'acqua, testuggine greca, anfibi come il rospo, la rana, tritone e Pesci, nei laghi cefalo, anguilla, spigola, orata, sarago, sogliola - nei canali carpa, tinca, gambusia, persico sole.

Il Parco è dominato dal promontorio calcareo del Circeo (il punto più elevato è il Picco di Circe, con i suoi 541 m); a nord si trova un lungo cordone sabbioso che separa dal mare quattro laghi salmastri e, a nord di Sabaudia, un interessante residuo dell'antica Selva di Terracina che un tempo occupava una superficie superiore ai 10.000 ettari. Dal 1976, fa parte del Parco anche l'Isola Zannone, che dista 15 miglia da Capo Circeo e fa parte dell'arcipelago delle Isole Ponziane.

La foresta del Circeo, per gli elevati valori che la caratterizzano, e' stata compresa nelle riserve della biosfera del progetto M.A.B. (uomo e biosfera) dall'UNESCO. La Foresta - Oggi indicata come "Selva di Circe", costituisce a livello nazionale l'unico esempio di foresta planiziaria (=di pianura) con vegetazione naturale dominata dalla presenza di querce caducifoglie; per le caratteristiche geomorfologiche del territorio su cui vegeta, una vecchia duna costiera consolidatasi nel corso dei tempi, presenta ancora oggi, nonostante la bonifica idraulica, ampie aree, denominate "piscine", stagionalmente inondate dalle acque meteoriche. I Boschi del Parco sono la casa di numerosi såpecie di animali come il cinghiale, daino, capriolo, tasso, volpe, lepre, puzzola, riccio, donnola, pipistrello, talpa, toporagno, moscardino - beccaccia, colombaccio, colombella, tortora, cuculo, gufo, civetta, allocco, barbagianni, falco pecchíaiolo, poiana, gheppio, lodolaio, nibbio bruno, picchio verde, picchio rosso minore, picchio rosso maggiore, tordo, merlo, pettirosso, usignolo, passera scopaiola, cinciallegra, cinciarella, scricciolo, ecc.

La sua gestione, essendo il territorio del parco prevalentemente di proprieta' pubblica, e' stata affidata all'ex Azienda di Stato per le foreste demaniali, che provvede alla sorveglianza con il personale del Corpo Forestale dello Stato.

Il Promontorio del Circeo - Rilievo calcareo che si spinge sino a 541 m slm, è senza alcun dubbio l'elemento paesistico più caratterizzante dell'intera area pontina: il suo versante interno, detto "quarto freddo", ospita una fitta foresta termofila, mentre sul versante opposto, il "quarto caldo", esposto a sud e posto a ridosso del mare, le condizioni ambientali più "estreme" determinano una vegetazione mediterranea meno rigogliosa. La presenza, diffusa ed a più livelli nel versante a mare, di numerose grotte, rende tale ambiente di particolare interesse geo-speleologico e, per i numerosi reperti rinvenuti, anche di rilevante interesse preistorico.

 

Il Parco si presta ad essere visitata in ogni stagione dell'anno: dalla piacevole frescura, che ci accoglie in estate, alle scorribande dei cinghiali in autunno, dalla cornice colorata creata dai frutti del bosco e dai ciclamini autunnali alla magica fioritura del biancospino in inverno, punteggiata dal rosso delle bacche del pungitopo, ogni stagione dell'anno ha le propria peculiarità.

É davvero una ottima meta per le vacanza e nel Parco Nazionale del Circeo si trova ospitalità di alta qualitá in hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, villaggi turistici e case per ferie.

 


Clicca sulle Cittá per scoprire alcune delle Migliori Offerte della Regione!

Città principali Lazio: Anguillara sabaziaAnzio e nettunoBleraBolsenaBraccianoCapenaCastiglione in teverinaCinecittàCittà del vaticanoCivitavecchiaColleferroFara in sabinaFondiFrascatiFrosinoneGaetaGuarcinoGuidoniaItaliaLago di bolsenaLago di braccianoLatinaMagliano sabinaOstiaPontecorvoPonzaPonzano romanoRietiRivodutriRomaSabaudiaSan pietroburgoSperlongaTerminilloTerracinaTorvaianicaValle santa rietiViterbo

Fonte: http://www.allwebitaly.it/v/alberghi-agriturismi-BB-vicino-parco-nazionale-circeo