La Migliore Offerta Hotel ad Capalbio: Hotel, agriturismi e b&b per visitare il giardino dei Tarocchi. Vacanze in Toscana a prezzi bassi. Vacanza last minute in hotel a prezzi bassi a capalbio!
Hotel e B&B a Prezzi Bassi vicino al Giardino dei Tarocchi, Capalbio

Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico situato a Garavicchio, una frazione di Capalbio in Toscana, ideato dall'artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle (1930 - 2002). Nel Parco possiamo ammirare le sue enormi statue ispirate alle figure degli arcani maggiori dei tarocchi ricoperte di mosaici in specchio, vetro pregiato e ceramiche.
Il  parco artistico é composto da ciclopiche sculture, alte dai 12 ai 15 metri, raffiguranti i 22 arcani maggiori dei tarocchi che l´artista ha creato con tutta la sua passione e determinazione sulla collina garavicchio, nel comune di Capalbio.

Niki de Saint Phalle ha lavorato alla realizzazione del giardino dal 1980 al 1996, mentre l'apertura al pubblico è avvenuta nel 1997.
Il giardino si potrebbe descrivere come un vero e sala d´esposizione d´arte a cielo aperto, perfettamente inserito nel paesaggio collinare della Toscana, un parco davvero unico al mondo, uno degli esempi d’arte ambientale più importanti d'Italia.

Alcune esempi delle sculture che troviamo all´interno del parco sono:

 “Il Mago” con la sua mano ricoperta di piccole tessere di specchi, sotto “la sacerdotessa” con una bocca con cui la scultrice ha voluto fare un omaggio al giardino di Bomarzo da cui fuoriesce una piccola cascata di acqua che scivola su dei gradini ricoperti di sfoglie di ceramica, finendo in una fontana dove al centro si muove la ruota della fortuna con i suoi getti d’acqua. 

Vicino troviamo la carta della forza, rappresentata da una figura femminile che, con un guinzaglio invisibile, predomina la forza brutale di un drago ricoperto di un manto di specchio verde.

 La carta dell’impiccato è posta all’interno dell’albero della vita, più avanti troviamo “la giustizia,” una figura femminile con all’interno una macchina che rappresenta l’ingiustizia, bloccata da un cancello con un grosso lucchetto; “gli innamorati” rappresentata da Adamo ed Eva in un simpatico pik nik.

“L’eremita,” “la torre, “l’imperatore,”che è rappresentato da un castello dove all’interno è sorretto da diverse colonne rivestite con mosaici in specchio e ceramiche.

“il sole” a forma di uccello posato su un arco, “la morte,” che cavalca un cavallo  con una falce nella mano, il diavolo, “il mondo,” “il folle,” “ il papa”.
La carta “dell’imperatrice” è a forma di sfinge, dove all’interno c’è un gran salone, un bagno e una piccola stanza da letto; in questo luogo ha vissuto e lavorato per diverso tempo l’ideatrice del progetto.

Vi troviamo anche scene di caccia, draghi, uomini feriti e una fontana che rappresenta la lussuria, con delle donne che giocano con l’acqua.

Infine “la luna” e “la temperanza”,quest’ultima posta sopra una chiesina internamente rivestita di specchio e un altarino con sopra una Madonna negra in ceramica.      

 Nel 1979 iniziarono i primi lavori del Giardino dei Tarocchi; l’ideatrice fu una scultrice francese di fama mondiale : Niki de Saint Phalle. Con questo giardino fantastico, la scultrice corona un suo sogno che ha inizio sin dai primi anni della sua attività.

La molla che fece scattare l’impetuosa voglia di costruire il suo giardino esoterico, scatta quando conobbe il meraviglioso parco Guell dell’architetto Gaudi’ a Barcellona.

 Dopo 24 anni, influenzata dalle forme morbide e dalle maestose costruzioni di questo affascinante parco, iniziò la sua avventura, costruendo a sue spese e con la collaborazione del marito Jean Tinguly, il suo giardino, incontrando notevoli difficoltà; ma la forza e la forte volontà di Niki, vinsero su tutto e su tutti.  
I primi lavori furono affidati all’esperienza dello scultore Jean Tinguely e subito dopo alla mano d’opera locale,tra cui si distinsero alcuni operai, divenuti in seguito molto importanti per la scultrice che li considerò parte della sua famiglia.

Le sculture sono realizzate internamente, con tondino di ferro di vario spessore sagomato esclusivamente con la forza delle braccia e saldato tra loro, formando una rete fitta e intrecciata; dando già una forma rassomigliante alla scultura.

 A quest’intreccio di ferro è stata legata della rete da gettata, poi è stato spruzzato il cemento a forza, con macchinari particolari, da una ditta specializzata, aiutati anche dagli operai del giardino.

 Finita la parte grezza, Niki iniziò a pensare a come abbellire le sue opere; le prime prove furono con vernici brillanti a base di resine, ma furono abbandonate quando pensò a qualcosa di piu’ prezioso che le rendesse ancora più magiche e misteriose.  

 La sua idea fu’ di rivestire le sue opere con mosaici, s’iniziò cosi’ ad usare specchio per rivestire la mano del mago, per continuare con la torre; pensò anche di usare ceramica, che era sagomata, lavorata e cotta sul posto, sperimentando nuove tecniche di lavorazione con la collaborazione di una ceramista.

Furono acquistate anche una notevole quantità di lastre di vetri pregiati multicolore (vetro di Murano di Venezia), un esempio di mosaico con vetro di Murano si può vedere sul viso della sacerdotessa.

 

 Il suo muro costruito con materiale di zona (tufo), divide la realtà di tutti i giorni con la magia affascinante del Giardino dei Tarocchi dove si dissolve anche il concetto del tempo.

 

Alcune opere del giardino sono state fatte da altri artisti, come le panche in ceramica poste all’esterno del giardino, le sedie in ferro e ceramica dentro l’imperatrice, e l’arredamento della biglietteria fatte da un artista francese: Pierre Marie Lejeune; gli affreschi all’interno del mago sono del pittore Alan Davie, la scultura posta dentro la sacerdotessa è di Marina Karella, mentre la costruzione della biglietteria era stata affidata all’architetto Mario Botta. 

Il giardino è diventato una fondazione privata, i suoi introiti servono soprattutto alla notevole manutenzione di cui il giardino giornalmente ha bisogno. 

Oggi l´artista Niki de Saint Phalle tristemente non è più tra noi ma il suo ricordo e la sua passione vive ancora nel giardino dei Tarocchi e nelle sua altre numerose opere sparse per il mondo.

 

 

Clicca sulle Cittá per Scoprire Alcune delle Offerte Migliori della Regione!

 

Città principali Toscana:

AbetoneAltopascioArezzoArgentarioAscianoBarberino del mugelloBientinaCapalbioCapannoriCarmignanoCasole delsaCastellina in chiantiCastellina marittimaCastiglion fiorentinoCetonaChianciano termeChianciano termeCollodiCortonaElbaFaugliaFiesoleFirenzeFirenzuolaFosdinovoFrosiniGreve in chiantiGrossetoIsole arcipelago oscanoLaterinaLuccaMancianoMarciana marinaMarina di grossetoMassaMonsummanoMontecarloMontecatini termeMontemagno - quarrataPalaiaPesciaPienzaPisaPistoiaPitiglianoPoggibonsiPontederaPorto santo stefanoRapolano termeSan quirico dorciaSan sepolcroSansepolcroSassettaScandicci - firenzeSerravalle pistoieseSienaSuveretoVenturinaVersiliaViareggioVinci

 

 

 

Fonte: http://www.allwebitaly.it/v/alberghi-bb-agriturismi-vicino-a-capalbio