La figura del Direttore dei Lavori (D.L.) è una delle più affascinanti e complesse del settore edile. E’ il consulente tecnico del Committente, deve attuare ciò che il progettista ha previsto e...
postato da infortec il 18/12/2011
Categoria: Cultura e Società - tags: edilizia + ingegneria + master + ntc
CB

La figura del Direttore dei Lavori (D.L.) è una delle più affascinanti e complesse del settore edile. E’ il consulente tecnico del Committente, deve attuare ciò che il progettista ha previsto e pertanto deve avere ben chiari le ipotesi di calcolo e l’iter progettuale, ma al contempo deve “vivere” il cantiere, affrontando tutte le problematiche che si incontrano nel mettere in pratica quello che il progetto ha definito sulla carta. Non per nulla le nuove disposizioni normative richiedono al D.L. una maggiore consapevolezza nella scelta, nell’impiego e nel controllo dei materiali e delle tecnologie connesse all’utilizzo del calcestruzzo armato. Durante l’iter costruttivo il Direttore dei lavori si confronta quasi quotidianamente con l’impresa costruttrice che, essendo chiamata alla responsabilità di una corretta esecuzione dell’opera, vede nel Direttore dei lavori un controllore che ha un compito di stretta vigilanza sul suo operato. Il Direttore dei lavori deve quindi essere esperto anche della parte “esecutiva” dell’iter costruttivo, conoscere la tecnologia delle costruzioni, le problematiche di cantiere, ma soprattutto avere grandi capacità di comunicazione, perché solo attraverso la costruzione di una sinergia con l’Impresa, con il Tecnologo del calcestruzzo, ed in particolare con il Direttore di cantiere, il Direttore dei lavori può svolgere al meglio il suo compito.

Fonte: http://www.informazionetecnica.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1130:l-direttore-dei-lavori-nella-realizzazione-delle-opere-di-calcestruzzo-armato-secondo-le-ntc&catid=79:formazione&Itemid=179