Manca poco meno di un anno, ma la macchina organizzativa della seconda edizione di Intralogistica Italia, la manifestazione che riunisce tutto il notevole comparto delle macchine e attrezzature da...

Macchina organizzativa in moto per Intralogistica

postato da ElenaVe il 07/07/2017
Categoria: Economia - tags: intralogistica + movimentazione + trivella per miniescavatore

Manca poco meno di un anno, ma la macchina organizzativa della seconda edizione di Intralogistica Italia, la manifestazione che riunisce tutto il notevole comparto delle macchine e attrezzature da lavoro, è già all'opera per duplicare il successo del 2015 e portare ancora più in alto l'asticella.

 

Un punto di riferimento. L'obiettivo della kermesse, che sarà ospitata a fine maggio 2018 presso gli spazi di Fiera Milano-Rho, è innanzitutto quello di offrire una vetrina alle ultime novità del mondo delle macchine utilizzate nei cantieri, come i mezzi destinati al sollevamento e al trasporto, i carrelli industriali semoventi, o ancora le gru mobili e le scaffalature. Accanto a questo, però, c'è anche la volontà di offrire una fotografia dell'evoluzione del settore, in cui la tecnologia sta rappresentando una leva importante di sviluppo.

 

Sguardo alle innovazioni tecnologiche. Non solo, infatti, c'è sempre più innovazione negli stessi prodotti, che oggi dispongono di sistemi integrati per la movimentazione o di strumentazioni precise e interconnesse (prossimo approdo la cosiddetta "realtà aumentata", che potrebbe rappresentare una nuova frontiera, così come la guida a distanza), ma anche le procedure e le "trafile" burocratiche sono semplificate dal Web. È il caso dell'acquisto dei macchinari, che oggi è possibile effettuare anche attraverso portali online, nei cui cataloghi sono compresi anche le componenti più specifiche: un caso su tutti è la sezione dedicata alla trivella per miniescavatore presente su Giffi Market, una delle realtà più solide di questo panorama.

 

La collaborazione con Aisem. L'impatto economico di questi comparti sull'industria italiana è maggiore di quanto si possa immaginare semplicisticamente: stando alle rilevazioni dell'Aisem (vale a dire, la sezione di Confindustria che si occupa di "sistemi di sollevamento, elevazione e movimentazione", nella quale confluiscono varie tipologie merceologiche che fanno capo ai comparti “sollevamento e trasporto” e “carrelli industriali semoventi”), soltanto prendendo in esame gli ambiti "tutelati" si parla di un fatturato di circa quattro miliardi di euro e di circa 15 mila addetti occupati a livello nazionale.

 

Un settore strategico. Per questo, la stessa Associazione Aisem ha deciso di collaborare nell'organizzazione della seconda edizione di Intralogistica Italia, così da promuovere più e meglio le proprie attività e, in generale, le informazioni su questo settore strategico per la nostra economia. Nella kermesse che parte il 28 maggio 2018, allora, ci saranno anche momenti di studio e approfondimento sulle dinamiche dei comparti industriali, promosse appunto da Aisem e da Anima (Federazione delle Associazioni nazionali delle aziende dell'industria meccanica), che si affiancano al programma collaudato già nel 2015 dalla manifestazione.

 

L'analisi dei mercati. Altro punto di forza di questa collaborazione è il lavoro che sta portando avanti uno specifico comitato scientifico, all'opera dallo scorso novembre, che sta realizzando uno studio di settore sulla base delle combinazioni tra prodotto e mercato, con analisi descrittiva delle forme organizzativo/produttive tipiche. Inoltre, questo documento approfondirà anche il trend storico e le previsioni circa i principali dati economici aggregati di questo mercato, prendendo in esame gli indicatori economico-finanziari maggiormente rilevanti per l‘apprezzamento delle performance delle imprese e la valutazione delle prospettive dell'intero comparto industriale.

 

 

Alzare l'asticella. Insomma, già a meno di un anno dal taglio del nastro di inaugurazione, Intralogistica Italia si prepara sotto i migliori auspici, forte della esperienza maturata in questi anni e dell'interesse intorno alle soluzioni più innovative e ai sistemi integrati destinati alla movimentazione industriale e agli altri ambiti produttivi.