Ho conosciuto pittoricamente Luca Alinari molti anni addietro e il suo modo artistico mi ha subito interessato, per poi conquistarmi totalmente. Il mondo pittorico di Alinari, interpreta la...

LUCA ALINARI: PAESAGGIO DI UN PAESAGGIO di Claudio Alessandri

postato da claudio alessandri il 10/07/2011
Categoria: Cultura e Società - tags: cultura

Ho conosciuto pittoricamente Luca Alinari molti anni addietro e il suo modo artistico mi ha subito interessato, per poi conquistarmi totalmente. Il mondo pittorico di Alinari, interpreta la realtà, case, alberi e figure umane, quindi nulla di diverso dalla banale realtà, invece di banale in questo artista dalla fervida fantasia, non vi è nulla, dalle raffigurazioni alle cromie, veniamo assorbiti da una realtà “altra” nella quale tutto viene raffigurato e colorato dal mondo fantastico del sogno.

Non è la prima volta e non sarà l’ultima che verrà incontro alle mie sensazioni con spirito fanciullesco, originale, senza dubbio, ma negato alla semplificazione, come giustificare alberi dalla chioma rosa, colline di rosso intenso, oppure alberi, non ritorti come gli ulivi della sua Toscana, ma sinuosi come danzatrici orientali.

Come non è di facile lettura l’arte di Alinari, non è altrettanto semplice annoverarla ad uno stile, è qualche cosa di nuovo, una magia scaturita del rifiuto di ogni forma stilistica che si ripete da secoli, oppure segue le “fughe” della modernità imposta da esercitazioni che, spesso, offendono l’arte per banalità e cattivo gusto.

Intraprendere una nuova via artistica, no è affatto semplice, il rischio è sempre quello di cozzare contro il muro dell’anonimato, se non compreso e promosso da critici e mercanti di tutto il mondo. Alinari si è immerso e vive in una realtà mondata dal dolore e dalla sofferenza, anche nelle opere più recenti non si ravvisano mai atmosfere di realtà dolorosa, i primi a negarla sono i colori, vivaci, violenti, spesso incongrui, ma vivificano una realtà che è molto prossima alla favola, un racconto del vivere in una dimensione parallela, che spiana ogni inciampo, ogni difficoltà.

Per Alinari, la via al vivere in una magia, è contenuto nel suo vedere il mondo, una realtà impossibile che non scoraggia l’artista, il suo “pensiero libero” trasforma l’impossibile in un fatto concreto, visibile, godibile, privo di illusioni di una realtà cristallizzata nel sogno, Alinari non è un portatore di illusioni, è un suggeritore di teorie filosofiche, quello che è certo il sogno non si materializza mai, ma in questo artista diviene realtà, una realtà intrisa di trepida fantasia e di significato, creato, ma non imposto a chiunque è disposto a seguire Alinari nel suo mondo magico dove si vive e si muore, ma sempre nell’atmosfera splendida del colore e di una idea originalmente vista e interpretata con estrema convinzione.

 

La mostra è visitabile fino al 31 agosto presso il Museo di Montalcino Via Ricasoli, 31 – Montalcino.
orario: tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17.50 escluso il lunedì
ingresso 4,50 intero, 3 euro ridotto, 6 euro
 

 

Claudio Alessandri