Ovvero un problema annoso quanto spinoso: si sa che le sostanze chimiche sono pericolose se vengono a contatto con la pelle, ma proprio per questo un’impresa di pulizie a Firenze seria, prima di...

Le sostanze chimiche usate nei disinfettanti per le pulizie

postato da nando11 il 06/11/2012
Categoria: Utilità - tags: impresa pulizie firenze

Ovvero un problema annoso quanto spinoso: si sa che le sostanze chimiche sono pericolose se vengono a contatto con la pelle, ma proprio per questo un’impresa di pulizie a Firenze seria, prima di comprare qualsiasi tipo di solvente o detergente, controlla le sostanze chimiche presenti. Anche se in realtà le cose non sono così semplici purtroppo, perché la maggioranza dei solventi industriali sono composti da una miscela di varie sostanze chimiche, che rendono la stima di un prodotto dal punto di vista del rispetto dell’ambiente e della sicurezza molto più complessa. Per esempio, la maggior parte dei detergenti per la pulizia dei vetri contengono una base di alcool isopropilico, che ha una lievissima tossicità: in questi casi normalmente i prodotti vengono usati da un’impresa di pulizie a Firenze seria, perché non costituiscono un pericolo serio.

 

Ma visto che quasi tutti i detergenti sono composti da una miscela di elementi chimici, non si riesce a sapere il grado di tossicità che assume l’alcool isopropilico combinato con altre sostanze. Ecco che la scelta del detergente per quanto riguarda le sostanze che lo compongono diventa preponderante. I detergenti che risultano più dannosi per l’ambiente e per la salute, sono quelli per la pulizia del bagno, luogo dove si annidano batteri ed agenti virali e che quindi va disinfettato ogni giorno. I disinfettati adatti alla pulizia del bagno sono di proposito composti da elementi chimici che aiutano a togliere di mezzo gli agenti virali, eliminare i batteri e conservare l’ambiente più igienico e pulito. Di recente l’Unione Europea ha stabilito delle linee guida per un valido uso dei solventi per il bagno, che devono garantire la sicurezza di chi li adopera e anche dell’utenza. Per fortuna poi l’inclinazione di oggi e per il futuro sta portando all’eliminazione degli acidi ed alla sostituzione degli alcool glicolici e si stanno cercando delle sostanze alternative per permettere all’impresa di pulizie a Firenze di pulire le superfici del bagno senza i classici detergenti con sostanze chimiche dannose.

 

La scelta dei detersivi per la pulizia del bagno deve essere fatta valutando principalmente la pericolosità dei suoi componenti chimici, anche perché omettere la sicurezza delle persone ed il rispetto verso l’ambiente può voler dire spendere un sacco di soldi. Infatti le sostanze chimiche pericolose, come sostanze a base di soda caustica o diluenti evaporabili, contenute nei detergenti industriali, sono in grado di cagionare abrasioni nei dipendenti dell’impresa di pulizie a Firenze che le usano per pulire, inquinando in questo modo anche l’aria interna oltre che deteriorare le parti superficiali dei bagni, con la conclusione che si causano danni rilevanti.