Perché la maggior parte delle donne ha un’estetista di fiducia o un centro estetico a cui fa “visita” almeno una volta al mese? L’aspetto fisico, al giorno d’oggi, più che in passato è, potremmo...
postato da rentz81 il 11/09/2017
Categoria: Salute e Benessere - tags: centro estetico
Centro estetico

Perché la maggior parte delle donne ha un’estetista di fiducia o un centro estetico a cui fa “visita” almeno una volta al mese?

L’aspetto fisico, al giorno d’oggi, più che in passato è, potremmo azzardarci a dire, tutto. In una società dove pullulano influencer e blogger, dove instagram è il social più utilizzato per l’advertising ma anche solo per farsi vedere, per far sapere agli altri che esistiamo, che facciamo cose e che la nostra vita è fantastica, essere sempre al top non è più un optional.

E’ per questo che l’estetista o la nostra esperta di bellezza che sia, diventa la migliora amica di una donna, perché dovendola magicamente trasformare, cancellarle piccole o grandi imperfezioni, diventa un po’ come una fata turchina moderna.

Queste donne si trovano ad avere a che fare con le parti più intime di ognuna di noi, avendo un potere enorme: se delle sopracciglia vengono fatte male il volto può cambiare completamente fattezze, per non parlare di una epilazione laser sbagliata, peli incarniti o ricrescita repentina, unghie che si spezzano, smalto che si rovina, visi sfregiati a causa di cerette fatte male, insomma, può succedere un vero disastro.

Queste donne, le fate turchine moderne, come le abbiamo soprannominate, hanno il dono di migliorare la nostra vita (tutto è più positivo se ci sentiamo bene con noi stesse), di coccolarci, di farci sembrare più belle, di renderci più sicure di noi, così da poter aprirci al mondo e sorridere mettendo da parte le insicurezze che ogni donna porta con sé.

E’ la loro grande sensibilità che permette di acquistare fiducia così facilmente, è la loro profonda conoscenza dell’animo femminile che aiuta a tirare fuori il meglio da esse, senza forzature, con naturalezza, senza far sentire quel disagio che sarebbe plausibile, stando davanti a una sconosciuta, esibendo e sottolineando le imperfezioni che ci fanno soffrire, che ci sentiamo di odiare, di voler nascondere. Lavorano certamente sulla parte esteriore del corpo ma contemporaneamente nella sua interiorità fino ad indurre le donne ad una consapevolezza diversa, all’ottimismo e all’accettazione.

E’ a loro che chiediamo di renderci come vorremmo essere, splendide, delle vere e proprie principesse.

Se questa professione avesse, oggi, la possibilità di essere alimentata anche da una corretta formazione, l’estetista potrebbe andare incontro ad una crescita professionale senza precedenti.

 

 

A cura di Estetica CLV

Fonte: http://www.esteticaclv.com/