Le cicerchie sono un antico legume, specie nelle regioni del sud e del centro Italia che per molti anni è caduto un po’ nel dimenticatoio.
postato da Casina Mia il 06/12/2016
Categoria: Alimentazione - tags: cicerchie + cucina + legumi + ricette

Le cicerchie sono un antico legume, che pure essendo stato molto utilizzato in passato, specie nelle regioni del sud e del centro Italia, per molti anni è caduto un po’ nel dimenticatoio, anche a causa del fatto che la sua coltivazione non è particolarmente semplice, ma richiede molto lavoro e pazienza.

Oggi però, che è sempre più di moda la riscoperta dei sapori e delle tradizioni culinarie d’un tempo e poi anche in virtù del crescente numero di persone vegane o vegetariane, che necessitano di assumere una maggior quantità di proteine attraverso il consumo di legumi, le cicerchie, ottime e saporite, sono prepotentemente tornate alla ribalta.

Questo legume può vantare valori nutrizionali eccellenti: contiene proteine in grandi quantità, ma anche fibre, calcio, fosforo, vitamina B1, B2 e PP e proprio per tale motivo il suo consumo è indicato a tutti, specie come alternativa alla carne, o per chi soffre di disturbi della memoria o di concentrazione. Inoltre pare che contengano anche una speciale tipologia di amido capace di tenere in qualche misura sotto controllo il glucosio presente nel sangue e dunque l’odiato colesterolo.

Un’antica credenza diffusasi nell’800, che è stata concausa della loro scomparsa dalle tavole, racconta che il consumo di cicerchie possa portare a problemi neurologici: in realtà sebbene in questo legume vi sia presente una neurotossina (chiamata Odap), questa ha una percentuale talmente bassa, che è impossibile che possa causare alcunchè. In tutti i casi per eliminare anche la leggera tossicità presente basta lasciare le cicechie in ammollo per 24 ore prima di cucinarle, in questo modo le renderete anche più morbide e gustose.

 

Se, dunque, siete alla ricerca di ricette classiche e genuine a base di questo gustoso legume vi consigliamo la zuppa alle cicerchie, tipica delle Marche, ma molto diffusa anche in e Lazio ed in Abruzzo, oppure la minestra nella sua variante salentina; ma le possibilità per consumare questo prodotto sono davvero tantissime!

Fonte: http://www.casinamia.com/cicerchie-ricetta-tradizione-mito/