Evitare la procedura di infrazione senza ricorrere alla classica manovra correttiva. L’obiettivo del governo (anticipato sul Sole 24 Ore nei giorni scorsi) è stato confermato ieri sia dalle parole...
postato da thebirdnews il 28/01/2017
Categoria: Economia - tags: economia
sala

Evitare la procedura di infrazione senza ricorrere alla classica manovra correttiva. L’obiettivo del governo (anticipato sul Sole 24 Ore nei giorni scorsi) è stato confermato ieri sia dalle parole del premier Paolo Gentiloni da Madrid e dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan da Bruxelles, dove ieri si è tenuto l’Ecofin.

La traduzione pratica di questo obiettivo, sempre secondo il calendario del governo, arriverà nel cantiere del Def, ad aprile.

Fin qui la strategia, che per essere perseguita fino in fondo ha bisogno però anche di un passo dell’Europa. La ormai famosa lettera della commissione, a cui il governo italiano è chiamato a rispondere entro mercoledì, chiede infatti un aggiustamento pari a due decimali di Pil, cioè 3,4 miliardi. Cifra difficile da raggiungere senza un correttivo vero e proprio.

Fonte: http://thebird.altervista.org/la-via-della-manutenzione-contabile-e-il-passo-necessario-da-parte-di-bruxelles/