L'articolo di settimana scorsa "In arrivo la tassa sul Trading" ha suscitato molte polemiche

L'articolo di settimana scorsa "In arrivo la tassa sul Trading" ha suscitato molte polemiche: alcuni mi hanno accusato di voler salvaguardare dei "privilegi" della nostra categoria. In realtà la mia non è una critica al fatto che sia richiesto un sacrificio anche a chi investe i propri risparmi (che fra l'altro già sono stati tassati) ma sulle modalità con cui si andrà ad applicare la Tobin Tax. Il rischio, a mio avviso, è che la tassa nel tempo non dia i risultati sperati. Presumibilmente i piccoli risparmiatori  smetteranno di finanziarie le aziende italiane quotate sul mercato (non generando più profitti per lo Stato con i Capital gain) e i grandi istituzionali si doteranno di strutture in grado di eludere la norma o abbandoneranno il mercato italiano in favore di paesi dove la TobinTax non c'è (Inghilterra, Usa ecc).  Il rischio, insomma, è che la Tobin Tax finisca  come la tassa sulle imbarcazioni: con il Fisco quasi a bocca asciutta, i porti turistici deserti, miglaia di posti di lavoro persi nel settore della nautica  e gli yacht italiani ormeggiati tra la Corsica e la Croazia. Se bisogna far gettito molto meglio applicare una imposta sul capital gain crescente con un meccanismo analogo all'Irpef (ad esempio paghi il 20% sui primi 15.000€ di profitto e poi con degli scaglioni con aliquote crescenti fino al 40% per chi genera oltre 500 mila euro di profitti annui) oppure tassando  gli ordini revocati (bloccando di fatto l'High Frequency trading) o i mercati over the counter. Per consultare un video sull'argomento: http://www.youtube.com/watch?v=Ldt2mjYCb6M

Pietro Di Lorenzo - Fondatore www.sostrader.it www.contosulconto.it www.maidireborsa.it
Facebook: http://www.facebook.com/pages/So s-trader/1337451933612984
La Tobin tax sarà un buco nell'acqua

Buy&Sell: Cosa comprare e cosa vendere

Piazza Affari  chiude in deciso ribasso  (FTSE Italia All-Share -1.89%) In evidenza sul FTSE MIB  i rialzi di:   Campari 6,39 +1,43%  Buzzi Unicem 9,525 +0,63%  Tod'S 90,40 +0,28%  Prysmian 15,17 +0,07%. Fra i titoli negativi:   Mediaset 1,501 -5,66%  Finmeccanica 4,088 -5,55%  Diasorin 27,40 -4,13% A2a 0,4194 -3,76%  Stmicroelectronics 4,768 -3,72%

La borsa di Milano archivia la settimana in rialzo: FTSE Italia All-Share (Variazione ultimi 5 giorni +2.158%  Variazione ultimo anno -1.614) FTSE MIB  (Variazione ultimi 5 giorni +2.259%  Variazione ultimo anno -2.645%) FTSE Italia STAR (Variazione ultimi 5 giorni +0.885%  Variazione ultimo anno +4.623%). Fra i titoli maggiori si mettono in evidenza: Mediobanca (+6.24%) Buzzi Unicem (+5.6%) Pop.Milano (+5.58%) Banco Popolare (+5.52%) A2A (+5.51%).  In rosso invece: Impregilo (-5.44%) Ferragamo (-4.22%) Pirelli (-3.34%) Finmeccanica (-2.29%) Lottomatica (-1.63%). I 5 titoli del Footse Mib con maggiori rialzi da inizio anno sono: Salvatore Ferragamo +60,51% Prysmian +58,1% Azimut Holding +57,02%  Banca Pop Milano +46,77%  Lottomatica +45,99%. I 5 titoli più deboli: A2a -42,27%  Mediaset -29,79%  Enel Green Power -15,99%  Unicred it  -14,96%  Banca Pop Emilia  -14,32%

Passando ad un quadro tecnico generale del mercato, il FTSE MIB disegna una Long black che archivia la peggior seduta delle ultime 15 (dal 28 settembre). Le vendite sono scattate a causa dei risultati trimestrali deludenti di Google e Yahoo e per l’allungamento dei tempi per a ricapitalizzazione delle banche da parte dell’ Esm che potrà avvenire solo quando verrà istituito un supervisore bancario unico. Malgrado il ribasso di venerdì il FTSE MIB riesce ad archiviare la seconda settimana positiva nelle ultime 3 rompendo al rialzo il trading range 15.000 - 15.900. I prezzi sono ingabbiati all’interno di triangolo simmetrico delimitato dalla trendline scaturente dai massimi del 14 settembre e dai minimi t occati il 1° Ottobre: la rottura di questo pattern fornirà al direzionalità delle prossime settimane.  Operativamente lunedì proveremo a inserire in portafoglio (accanto al titolo bancario detenuto) un titolo del settore “Prodotti per la casa” che è all’interno di un ampio trading range, violato il quale ci attendiamo una decisa accelerazione.

 

Per conoscere i livelli di ingresso/uscita sui singoli titoli e consultare Giornalmente le nostre strategie operative è necessario sottoscrivere l´abbonamento a SOS Trader PREMIUM.

Hit List Dynamic Recommendation Analysis: i primi 10 titoli segnalati dall´indicatore RI (Recommendation Index):

Banca Generali, Campari, De Longhi , Ei Towers, Iterpump, Danieli & C., Edison, Exor, Fondiaria- Sai, LandiRenzo

Le 5 discussioni più "hot" della settimana sul nostro Forum:

1                  786,68 euro di profitto su Fiat 

2                  Prysmian chiuso il trade incassando un gain di 205,89€

3                  In arrivo la tassa "Ammazza-Trading"

4                  Aria di rally, ma portate l’ombrello 

5                  Conti deposito: sono sicuri in tutte le banche?

Fonte: http://www.sostrader.it