Domenica 23 Settembre 2012 presso il Corso Garibaldi nella cittadina di Castellammare del Golfo (TP)  è stato presentato l’evento culturale dell’anno denominato: La tela colorata più lunga...

LA TELA COLORATA PIU' LUNGA DEL MONDO - GUINNESS WORLD RECORD di anna scorsone alessandri.

postato da anna scorsone il 24/09/2012
Categoria: Cultura e Società - tags: cultura

 

 

Domenica 23 Settembre 2012 presso il Corso Garibaldi nella cittadina di Castellammare del Golfo (TP)  è stato presentato l’evento culturale dell’anno denominato:

La tela colorata più lunga del mondo con il maggior numero di artisti partecipanti.

L’evento é stato organizzato dall’Associazione Italiana Arte e CulturaArt in Progress” di Alcamo.

La partecipazione è stata numerosa, gente comune, provenienti da  tutta la Sicilia,  i quali hanno avuto  il compito di colorare la tela più lunga del mondo, con l’ausilio di pastelli a cera, ad olio, pastelli morbidi, grafite, matite colorate, carboncino, carboncini colorati, marcher  ecc.

L’obiettivo principale dell’evento è stato quello di presentare e raccontare la Sicilia attraverso grandi opere in una unica  tela. il record battuto ieri 23 settembre e reso dal giudice Lorenzo Veltri è stato di 375 artisti partecipanti.

Storia, arte tradizioni, leggende e paesaggi di una terra, che ha avuto lo scopo di portare nel meraviglioso territorio che è sempre stato crocevia di commercio e di gente diverse. Nasconde tesori per ogni occasione, ha tanto da raccontare e da far vedere.  Castellammare del Golfo, dove la cultura si abbraccia con il panorama. Una splendida spiaggia di sabbia finissima, e dove un tempo erano numerose le tonnare di Castellammare, Magazinazzi e Scopello; alcune delle quali sono sopravvissuti fisicamente sin quasi ai giorni nostri. Luogo incantevole intriso di storia e di leggende

Gli storici sostengono che la tonnara di Scopello venne ricostruita e riutilizzata dagli Arabi conquistatori i quali tramandarono nei secoli questa nobile arte. L’ultima mattanza della tonnara di Scopello è avvenuta negli anni ottanta. La “Cialoma” (canto propiziatore dei tonnaroti per accrescere la loro forza nel tirare su le reti) echeggia ancora tra i magazzini che custodiscono le attrezzature e le barche, ancora in perfetta efficienza. Le abitazioni sono ancora come una volta, dignitose e confortevoli. Il castelloedificato su una roccia all’estremità del porto dell’omonimo paese, originariamente circondato dal mare su tre lati e unito alla terraferma per mezzo di un ponte levatoio, che viene stabilizzato in muratura in un periodo imprecisato, ma certamente antecedente il 1845.

L’originario complesso medioevale è stato completamente alterato dalle ricostruzioni e trasformazioni di epoca moderna;  e poi  la produzione di fichi d’india, arance, limoni, mandorle e pistacchi e poi ancora il mare, il pesce azzurro insomma un insieme di molteplici elementi che rappresentano questo grande museo a cielo aperto che è la nostra Isola, ma che è anche Castellammare del Golfo che non è solo lo splendore del mare.

Scenario dell’evento:

La gara ha rappresentato un momento in cui le persone comuni e non, innamorati dell’arte hanno potuto dimostrare le loro opere svolte a competere con il resto del mondo  

Hanno partecipato tutti  senza limiti di età. 

I  giudici del Guinness World Record hanno valutato  se sono state rispettate  le  linee guida  per l’aggiudicazione del  primato Guinness World Record “ la tela colorata con il maggior numero di persone,  Il record verificato all'istante e dichiarato ufficialmente sul posto dal giudice Lorenzo Veltri con 375 partecipanti  e poi ufficializzato durante la serata della premiazione, avvenuto  presso l’Arena delle Rose corso Bernardo Mattarella a Castellammare del golfo  alle ore 21,00 .

Hanno  allietato la serata  i Calandra e  Calandra, Leonardo Tartamella e il suo gruppo, ha presentato Vincenzo Canzone e Mirella Regina. A fine serata sono stati consegnati a tutti gli artisti  i diplomi di partecipazione.

L’evento è  stato  realizzato grazie al  contributo del comune di Castellammare del Golfo,  Provincia Regionale di Trapani, Assessorato alla Cultura Sport e Spettacolo, Regione Siciliana e  Banca Unicredit.  

                            Anna Scorsone Alessandri