Perché abbiamo titolato che Stratasys, pioniere nel settore della stampa 3d, partecipa alle attuali Olimpiadi?

La stampa 3d Stratasys gareggia alle Olimpiadi invernali 2018

postato da AleLonghi il 14/02/2018
Categoria: Attualità - tags: prototipazione rapida + stampa 3d + stampa 3d professionale + stratasys

I XXIII Giochi olimpici invernali sono in pieno svolgimento a Pyeongchang, in Corea del Sud a 110 miglia a est di Seoul. Per la nazione asiatica non è la prima volta che ospita una manifestazione olimpica: nel 1998 a Seul si disputarono infatti i Giochi olimpici estivi del 1988.

Perché abbiamo titolato che Stratasys, pioniere nel settore della stampa 3d, partecipa alle attuali Olimpiadi? Perché, grazie all’incorporazione della produzione additiva all’interno degli slittini, ha aiutato il team statunitense di slittino a guadagnare la medaglia d’oro di specialità.

Il team ha rapidamente compreso l'immenso potenziale delle stampanti 3d stratasys per ottenere un vantaggio competitivo e ha lavorato con gli ingegneri per sviluppare un processo completamente nuovo per la fabbricazione dei loro slittini.

In pochissimi giorni sono stati in grado di progettare, stampare e testare prototipi di modelli di slittini, che normalmente impiegano settimane o mesi. Questo ha consentito al team di ridurre drasticamente il ciclo di progettazione, che a sua volta ha permesso un miglioramento costante nella creazione della slitta più veloce possibile.

Una volta finalizzato il progetto, sono stati in grado di utilizzare la tecnologia FDM per stampare gli utensili necessari per la fabbricazione dello slittino in composito. La libertà progettuale dalla stampa 3D e della produzione additiva ha consentito la creazione di slittini personalizzati che sono stati adattati al corpo di ogni atleta, il che a sua volta ha migliorato drasticamente il comfort, l'ergonomia e, soprattutto, le prestazioni finali. È davvero emozionante scoprire come questa tecnologia spingerà i limiti della resistenza umana per gli atleti olimpici.