Cosa c’è di meglio di interrompere le brevi giornate invernali con un fiore che per colore, il giallo, dona luce e gioia? Su questi presupposti domenica Pieve Ligure, località marinara del Levante...
postato da paola68 il 10/02/2020
Categoria: Turismo - tags: genova

Cosa c’è di meglio di interrompere le brevi giornate invernali con un fiore che per colore, il giallo, dona luce e gioia?

Su questi presupposti domenica Pieve Ligure, località marinara del Levante genovese, vive una giornata di festa all’insegna di questa pianta, la mimosa, che fiorisce proprio nel periodo invernale, quasi a ricordare che la Liguria difficilmente si sposa con i colori cupi e la nebbia. Una terra che regala tinte forti, che anche quando il sole tramonta presto i colori accesi del mare, delle facciate delle case e dei fiori creano un’atmosfera unica.

 

63° edizione della “Sagra della Mimosa”, dunque, quella che viene presentata in questo 2020. Locali e turisti, sempre più numerosi, si preparano a portare a casa un mazzo del gioioso fiore a ricordo di una giornata intensa.

In realtà la sagra occupa per eventi un’intera settimana, con il suo culmine fissato per il 9 febbraio.

Tra i tanti avvenimenti, infatti, si ricordi la mostra fotografica, un percorso di immagini lungo un secolo.

E’ poi previsto il torneo di Burraco Mimosa, per continuare con il concorso “Casseruola Gialla 2020”, dedicato alla cucina per non professionisti, a cura dell’associazione Golfo Paradiso.

Non mancheranno anche iniziative per i più piccoli, come il “Laboratorio sulla pizza fritta”.

Ma, come detto, gli eventi principali sono concentrati domenica. A dare l’avvio sono gli stand gastronomici con i prodotti tipici locali. Focaccia, pansoti e trofie, le focaccette, giusto per dare un’idea e confermare che difficilmente si resterà impassibili di fronte a tale menù.

Poi, alle 9,30 del mattino partiranno la Corsa in Giallo e la Family Walk, corse non competitive lungo le stradine di Pieve, rispettivamente di 9 km e 5 km.

Dopo la benedizione della mimosa alle 12, i carri fioriti si riuniranno nella piazza d’Amato insieme alle 500 d’epoca, prima di partire per la tradizionale sfilata. Questa avrà inizio dopo la distribuzione gratuita dei rami di mimosa ai presenti.

A concludere la giornata, la premiazione del concorso di cucina “Casseruola Gialla 2020”, del “Balcone fiorito” e dei carri.

E’ un appuntamento sempre molto frequentato quello di Pieve, un momento di pura festa e colore. Se il tempo regala un po’ di sole, il giallo della mimosa saprà ringraziarlo della luce che tutto accende.

Fonte: http://https://www.periodicodaily.com/la-sagra-della-mimosa-2020-di-pieve-ligure/