La colombia si appresta a diventare il primo paese dell’America Latina ad entrare nell’Alleanza Atlamtiva e nell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Il traguardo è...
postato da monitoreinter il 28/05/2018
Categoria: Estero - tags: colombia + nato + ocse

La colombia si appresta a diventare il primo paese dell’America Latina ad entrare nell’Alleanza Atlamtiva e nell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Il traguardo è considerato nel paese colombiano un motivo di orgoglio ed un punto di partenza per lo sviluppo del paese, in un quadro privilegiato per i rapporti con l’occidente. Probabilmente è stato decisiva la fine della guerra interna con il movimento delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia, conflitto cha ha provocato uno stato di instabilità nel paese che è durato per molti anni. Gli effetti dell’accordo, firmato circa un anno addietro, sono stati sicuramente verificati dal direttivo dell’Alleanza Atlantica, che ne ha constatato gli effetti positivi e sicuri della situazione interna della Colombia, d’altra parte senza l’accordo in questione sarebbe stata impossibile l’ammissione all’interno dell’Alleanza Atlantica. Dal punto di vista strategico per l’Alleanza Atlantica ed, in generale, per l’occidente, l’ingresso della Colombia permette di posizionarsi nel continente sud americano con una funzione preventiva di una eventuale espansione cinese ed anche russa, ma sopratutto, nell’immediato, permette il controllo delle frontiere con il Venezuela in grande crisi politica e che potenzialmente potrebbe entrare nella sfera dell’influenza russa. Per l’occidente limitare gli effetti contagiosi della crisi venezuelana diventa di primaria importanza per continuare a mantenere una collaborazione, più o meno indiretta, con i paesi sudamericani, che potrebbero diventare prossimamente dei protagonisti della espansione economica, seguendo quanto già accaduto in Brasile.  Per la Colombia speranze sono quelle di ottenere un più facile accesso ad investimenti esteri, capaci di aumentare la ricchezza del paese, proprio grazie al prestigio ottenuto con l’ingresso nell’Alleanza Atlantica. Un obiettivo, che potrà diventare ancora più concreto, grazie all’ammissione nell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico; per Bogotà è essenziale ridurre la povertà per favorire una maggiore redistribuzione del reddito ed una conseguente inclusione sociale più forte, che deve garantire il paese da nuovi elementi di dissidio sociale, che potrebbero riaprire soluzioni di tipo terroristico. Per completare questo percorso la Colombia ha affrontato riforme della pubblica amministrazione di tipo strutturale, che hanno dovuto superare gli accertamenti di numerosi esperti. La Colombia, quindi, si presenta con uno standard più elevato dell’amministrazione della cosa pubblica e si pone come prossimo paese protagonista del continente sudamericano.

Fonte: http://monitoreinternazionale.blogspot.it/2018/05/la-colombia-diventa-membro-dellalleanza.html