La Lombardia che innova è sempre più vicina alla Cina e al centro industriale di Pudong, situato a est del fiume Huangpu di Shanghai.

La Cina più vicina per le ditte orobiche Nuova intesa con la Lombardia

postato da foresto il 28/10/2010
Categoria: Economia - tags: cina + lavoro + lombardia + politica
La Cina più vicina per le ditte orobiche Nuova intesa con la Lombardia

La Lombardia che innova è sempre più vicina alla Cina e al centro industriale di Pudong, situato a est del fiume Huangpu di Shanghai. È di giovedì 28 ottobre la sottoscrizione di una lettera di intenti tra la Regione Lombardia, il Parco tecnologico di Zhangjiang con oltre 5.800 imprese (di cui il 60 per cento straniere) e il Centro europeo per l'innovazione e la creatività: è nel parco, appunto, che ha sede il Centro ed è qui che - nel secondo giorno della missione istituzionale in Cina - Roberto Formigoni, assieme al sottosegretario per l'attuazione del programma regionale Paolo Alli e al sottosegretario all'Attrattività e Promozione del Territorio Francesco Magnano, ha voluto recarsi per sviluppare nuove sinergie nel settore dell'innovazione e della ricerca tecnologica.

«Regione Lombardia - ha detto Formigoni a Liu - intende sviluppare ulteriormente le relazioni con la Cina, che negli ultimi anni è diventata sempre di più un prezioso fornitore di beni ad alto contenuto tecnologico». L'intesa raggiunta oggi permetterà alla Lombardia di essere la prima Regione europea a collaborare con il Centro europeo per l'innovazione e la creatività. Le imprese lombarde, e quindi anche le bergamasche, che lavoreranno al fianco di questa istituzione beneficeranno di innumerevoli vantaggi tra i quali costi ridotti per l'utilizzo degli spazi all'interno del parco tecnologico, assistenza per azioni mirate di comunicazione, assistenza per la funzionalità dei rispettivi uffici e per la gestione delle tecnologie informatiche, assistenza per le pratiche amministrative, e assistenza nell'individuazione di opportunità di finanziamenti stanziati dalle istituzioni locali e nazionali.

A questo proposito le aziende lombarde avranno l'opportunità di beneficiare anche di una totale esenzione dalle imposte per i primi due anni e di una riduzione pari al 50 per cento per il successivo terzo e quarto anno.