Il 10 dicembre ricorre il 71° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani; già allora, dopo la delibera, l’Assemblea delle Nazioni Unite diede ordine di diffondere ampiamente...

La Chiesa di Scientology attiva nel sostegno dei Diritti Umani

postato da riformesociali il 10/12/2019
Categoria: Cultura e Società - tags: uniti per i diritti umani
immagine

Il 10 dicembre ricorre il 71° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani; già allora, dopo la delibera, l’Assemblea delle Nazioni Unite diede ordine di diffondere ampiamente questo documento, per renderlo una realtà sempre più condivisa e conosciuta.

Leggendo le prime righe del preambolo “Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo” si comprende quanto attuale e di estremo valore sia la diffusione di questo documento.

Per celebrarne ed esaltarne i principi, i volontari della sezione di Roma “Uniti per i Diritti Umani” e la Chiesa di Scientology di Roma e Mediterraneo hanno organizzato un evento ricco di ospiti di valore per domenica 15 dicembre alle ore 16.30 presso la sede della Chiesa stessa.

Per lastricare di forza e conoscenza la via della pace e dire basta ad abusi ed atti di barbarie, Valerio Pagano, baritono lirico famoso nel Lazio e non solo, regalerà ai partecipanti momenti armoniosi; Don Giovanni Carpentieri, sacerdote cattolico, leggerà un passo del Vangelo; il Lama Kelsang del Monastero Tibetano di Roma, reciterà una preghiera, Giacomo Bellucci, mostrerà la video poesia con cui si è aggiudicato il premio internazionale letterario Città di Latina; Chiara Gesmundo scrittrice del libro "Madalina" (romanzo tratto da una storia vera di violenza sulle donne) leggerà qualche brano significativo; e Soumalia Diawara, poeta e attivista nigeriano, fornirà la sua testimonianza. Tutti gli interventi saranno ispirati alla celebrazione del messaggio di speranza per il futuro che il Natale porta con sé. Un messaggio di pace che può realizzarsi con “Più Diritti per Natale”, il titolo dell’incontro di domenica 15 dicembre.

Gli organizzatori hanno deciso di preparare questo evento per sottolineare l’importanza della campagna “Uniti per i Diritti Umani”, un programma educativo per creare e mantenere un clima di armonia tra i popoli della terra attraverso una maggiore conoscenza e pratica dei 30 diritti inalienabili che 71 anni fà le Nazioni Unite hanno promulgato con Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il 10 dicembre 1948.