Con il termine stufe a pellet si fa riferimento a prodotti destinati al riscaldamento di ambienti domestici che usa come combustibile solido il pellet. Il pellet è il prodotto degli scarti...

L'utilizzo di stufe a pellet per la propria casa

postato da artemiorossi90 il 01/02/2012
Categoria: Cultura e Società - tags: stufe

Con il termine stufe a pellet si fa riferimento a prodotti destinati al riscaldamento di ambienti domestici che usa come combustibile solido il pellet.

Il pellet è il prodotto degli scarti industriali del legno, si presenta nella forma di minuscoli cilindri di segatura essicata e compressa. Pellet di legno di qualità si caratterizza per una minima umidità residua, funzionale ad notevole potere calorifero ed emissioni contenute. I pellet si possono realizzare con gli scarti della lavorazione del legno di faggio, abete, frassino, rovere, ontano. Il pellet non è usato solamente con stufe a pellet: è possibile trovare una serie di dispositivi alimentati attraverso questo tipo di combustibile, come caminetti e caldaie. Il pellet sta peraltro conquistando un utilizzo sempre più ampio nella produzione di energia e nel teleriscaldamento.

Le stufe a pellet sono in grado di riscaldare luoghi di piccole e grandi dimensioni (sulla base del modello preso in considerazione, la stufa a pellet può riscaldare da 70 a 200 metri quadri). Rispetto alle stufe a legna, le stufe a pellet permettono varie ore di funzionamento autonomo della combustione e non necessitano di ricarica manuale. L'autonomia delle stufe a pellet varia, e può arrivare fino alle 45 ore.

Le stufe a pellet si caratterizzano per un serbatoio di ampie dimensioni (alcuni modelli di stufe possono ospitare oltre 60 chilogrammi di combustibile) al cui interno va inserito il pellet. Una coclea porta il pellet dal vano al braciere dove si realizzerà la combustione per mezzo di una resistenza di tipo elettrico destinata a innescare la fiamma. La stufa a pellet produce calore, che sarà diffuso negli ambienti contigui tramite convezione naturale e ad aria forzata (speciali ventole e condotte trasferiscono il calore verso le stanze della casa). Il meccanismo delle stufe è controllato da una scheda elettronica dotata di microprocessore, la cui funzione è quella di gestire l'alimentazione e l'afflusso d'aria sulla base dei dati che provengono da sensori e sonde interne.

L'utilità delle stufe risiede altresì nella possibilità di controllare i tempi di spegnimento e accensione della stufa, gestire il combustibile a piacere e monitorare la temperatura usufruendo delle funzionalità del microprocessore dell'apparecchio. L'innesto per l'accensione della fiamma è di tipo elettronico e non si rende in questo modo obbligatorio il ricorso a fiammiferi o accendini come per altre varianti di stufe. Certi modelli possono pure essere gestiti a distanza, con i benefici che ne derivano dal punto di vista della funzionalità.

Le stufe a pellet rappresentano un bene molto pratico, che da' la possibilità di contenere i costi di riscaldamento in modo anche sensibile (annualmente, il risparmio può arrivare anche al 50%). Il prezzo di una stufa a pellet può differire sulla base del modello preso in considerazione, della marca e delle caratteristiche e funzionalità offerte. In linea di massima i prezzi oscillano dai 1.000 ai 5.000 euro.