Al giorno d’oggi internet è diventato una sorta di palco sotto il riflettore che cattura l’attenzione delle più diverse persone nel mondo. Questa metafore è particolarmente adatta per i Social...

L’utilità di un bot per messenger

postato da adelemastrilletti il 21/09/2018
Categoria: Internet - tags: bot messenger + chatbot messenger + social media marketing

Al giorno d’oggi internet è diventato una sorta di palco sotto il riflettore che cattura l’attenzione delle più diverse persone nel mondo. Questa metafore è particolarmente adatta per i Social Network, in cui viene incoraggiata l’interazione tra gli utenti e può in certi casi anche creare una certa celebrità.

La facilità con cui è possibile guadagnare influenza sui Social, come ad esempio Facebook, ha spinto molte compagnie a instituire un account aziendale con cui pubblicare contenuti e crearsi così nuovi clienti.

Una campagna marketing del genere può avere molti benefici ma è complicata da gestire. Un problema può essere ad esempio riuscire ad interagire con tutti gli utenti che si è interessati ad approcciare, visto che il loro numero può essere molto alto.  Questo è vero sia nel caso si voglia pubblicizzare la propria pagina e quindi gli si vuole mandare messaggi, sia che si ricevano delle domande a cui rispondere.

Da qualche anno a questa parte si è sviluppata una tecnologia che è perfetta per far fronte al numero alto di messaggi che una campagna marketing social comporta: un chatbot. 

In questo articolo mostreremo perché un bot per messenger sia la scelta migliore.

 

 

Le potenzialità di un bot per messenger

 

Un chatbot in generale è un programma progettato per essere in grado di far finta  di saper comunicare in chat come se fosse un essere umano. I software chatbot più avanzati sono in grado di rispondere con un notevole  accuratezza agli input degli utenti. Per gestire una pagina facebook non è richiesta una elaborazione così elevata, ma in bot per messenger in commercio possono comunque essere personalizzati in una serie di maniere.

Ad esempio per quanto non riescano a simulare una conversazione vera e propria, sono in grado di registrare l’input dell’utente tra scelte multiple preimpostate. In questo modo ad esempio si può allestire un bot che risponda alle domande più frequenti, sia sulla pagina facebook che sul proprio sito per migliorare il servizio clienti.

Un chatbot non serve solo a rispondere a delle conversazioni, può anche cominciarle.

Può essere ad esempio impostato per mandare un messaggio in automatico a chiunque commenti un post.

Bisogna considerare che un bot può essere programmato per utilizzare pienamente tutte le risorse della chat di messenger ed è in grado di mandare quindi immagini, Gif e anche link.

In questo modo si può impostare la strategia di promozione con il tono che più si preferisce.

 

Psicologia dei messaggi: il segreto di un bot messenger

 

Abbiamo visto un po’ come un chatbot possa occuparsi di diversi compiti tra cui quelli promozionali. Quest’ultimi solitamente vengono compiuti tramite una newsletter agli indirizzi mail degli iscritti. Un bot è solo un aggiornamento di questa strategia? 

Non proprio in quanto promuovere un prodotto sui social network presenta una serie di vantaggi unici. Prima di tutto, dal punto di vista psicologico, è molto più è probabile che una persona apra un messaggio in chat che una e-mail, uno studio affermava che oltre il novanta per cento dei messaggi in chat vengono aperti. Inoltre bisogna considerare come una newsletter possa essere inviata solo agli utenti che volontariamente  si sono iscritti sul sito, mentre un chatbot può operare con chiunque abbia un minimo interagito con la pagina che monitora.