La scienza ha scoperto un altro motivo per cui tutti abbiamo bisogno di tanto sonno. Secondo un recente studio, l’insonnia cronica abbinata al dormire poche ore può aumentare significativamente il...
postato da gianni79 il 13/09/2010
Categoria: Salute e Benessere - tags: insonnia

La scienza ha scoperto un altro motivo per cui tutti abbiamo bisogno di tanto sonno. Secondo un recente studio, l’insonnia cronica abbinata al dormire poche ore può aumentare significativamente il rischio di ipertensione.

Il Legame Tra l’Insonnia e l’Ipertensione

Nello studio, gli scienziati hanno osservato persone che soffrivano di insonnia e che dormivano solo 5 ore a notte o meno e hanno scoperto che il loro rischio di sviluppare l’ipertensione era del 500% in più rispetto a quelli che non soffrivano di insonnia e che dormivano più di sei ore a notte. Inoltre, hanno anche notato che il rischio di ipertensione tra i soggetti con l’insonnia e che dormivano tra le 5 e le 6 ore era del 350% in più rispetto a coloro che dormivano normalmente.

Tuttavia, non sembra esserci un rischio significativo di sviluppare l’ipertensione nelle persone che avevano solo l’insonnia ma che riuscivano a dormire per più di 6 ore e le persone senza insonnia ma che dormivano poco. Queste osservazioni indicano che l’insonnia e il dormire poco sembrano avere un effetto sinergista sul rischio dell’ipertensione.

Il Bisogno di Valutare il Sonno

E’ importante notare che la maggior parte delle volte, la quantità di sonno che pensiamo di avere è diversa da quella che abbiamo realmente. Tuttavia, per sapere esattamente quanto dormiamo dobbiamo fare una valutazione medica del nostro sonno. Lo studio sopra riportato era effettuato a campione, e ciò significa che non permetteva di stabilire una causa. Tuttavia, gli autori dello studio non avevano notato che sulla base di numerose ricerche e dati clinici, è molto probabile che l’insonnia porti all’ipertensione, non che l’ipertensione porti all’insonnia.

Secondo delle precedenti relazioni, l’insonnia accompagnata dal dormire poco è legata all’ipersecrezione del cortisolo, aumentava l’attività catecolaminergica, incrementava la velocità cardiaca e quella metabolica, e indeboliva i battiti cardiaci. Tutti questi elementi possono condurre all’ipertensione e ad altri problemi cardiovascolari.

Sulla base dello studio, ecco la conclusione: è importante che le persone che hanno l’insonnia consultino un medico del sonno per la valutazione e la cura del loro problema. E mentre le persone che soffrono di insonnia ma hanno un sonno normale possono non sembrare a rischio di ipertensione, devono tuttavia comunque consultare il medico perché l’insonnia può portare alla depressione

Fonte: http://www.italianfarmacia.com/zolpidem-ambien.html