Un leccese abbandona il cane: incastrato dal microchip, paga mille euro di ammenda. Al presunto smarrimento non segue la denuncia: ritrovato l’animale, scatta l’illecito del proprietario

L'indifferenza verso i cani va multata.

cane abbandonato

Linea dura contro l'abbandono e l'indifferenza nei confronti dei cani. Il padrone del cane deve pagare mille euro di multa per aver abbandonato l’amico a quattro zampe.

Lo sancisce  una sentenza emessa il 13 maggio 2011 dalla terza sezione penale della Cassazione. che Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riporta.

Infatti non è credibile la tesi dello smarrimento dell’animale dotato di microchip di cui il proprietario non presenta denuncia di smarrimento.

Un atteggiamento, dice la Suprema Corte, che "in controtendenza con l'accresciuto senso di rispetto verso l'animale e' avvertito nella coscienza sociale come una ulteriore manifestazione della condotta di abbandono che va dunque interpretato in senso ampio e non in senso rigidamente letterale".

In questo modo, la Terza sezione penale ha convalidato una multa di mille euro per abbandono di animali nei confronti di un 56enne della provincia di Lecce, Giovanni M., colpevole di essere rimasto completamente "indifferente" allo smarrimento del suo cane. A nulla e' valsa la difesa dell'uomo volta a dimostrare che il cane si era perso in una battuta di caccia e vane erano state le ricerche nella immediatezza e nei giorni successivi.

 Insomma: è dimostrato che il padrone avesse comunque l’intenzione di liberarsi del suo amico a quattro zampe.

Smascherato dal terzo che ha ritrovato l’animale, l’ex proprietario del cane pagherà anche le spese di giudizio oltre all’ammenda.

Lo sportello Dei Diritti invita i cittadini che assistono a un caso di abbandono di denunciare alle autorità giudiziarie (Carabinieri, Polizia di stato, Corpo Forestale, Polizia locale o veterinari ASL) i colpevoli di tali atti. Contribuirai a far applicare le sanzioni previste dalla legge e a fermare gli abbandoni.